• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Dopo il terremoto, torna a rivivere la Primary School di Namche Bazaar

Il prossimo 22 novembre verrà inaugurata la Primary School di Namche Bazaar, a 3450 mt sulla strada verso l’Everest, distrutta dal terremoto del 25 aprile e del 12 maggio 2015, a seguito del quale ben sette aule risultavano completamente inagibili.

Grazie all’intervento della fondazione “Specchio dei Tempi” de La Stampa e al Comitato carnevale di Varallo, la scuola, frequentata da 180 bambini, è stata riedificata seguendo criteri antisismici con protocollo approvato dai Ministeri competenti e del Distretto del Solukhumbu.

La scuola aveva visto il primo insediamento nel 1957 grazie a Edmund Hillary e successivamente era stata integrata con nuove aule nel 2000 per merito di un gruppo di italiani a cui faceva capo a Gnaro Mondinelli; ulteriori interventi sono poi stati fatti negli anni a seguire da parte degli Amici del Monte Rosa onlus, Luca Belotti e altri benefattori.

Collateralmente a questa iniziativa è stato messo in cantiere anche un libro i cui proventi saranno interamente devoluti all’acquisto di materiale didattico per la scuola di Namche. Il titolo sarà ” Cuori in Movimento” è vedrà oltre alla prefazione di Erri De Luca, i contributi di Patrizia Cimberio, Adolfo Pascariello, Luca Pellicioli, Gnaro Mondinelli, Emilio Previtali, Marino Giacometti, Giorgio Mazzuero e Marco De Gasperi.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *