• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano, Running, Trail

Al via il numero zero del Tor des Chataeux: 20 runner testano il percorso della gara di maggio

tor-des-chateaux

AOSTA — Si chiama Tor des Chateaux la nuova sfida per runner e trail runner. È questa l’ultima idea, seguita da un attento lavoro organizzativo, di VdA Trailers, annunciata qualche mese fa e ora in fase di concretizzazione.

Proprio in queste ore, gli organizzatori del Tor des Géants® e del Gran Trail Courmayeur stanno mettendo a punto il tracciato, che verrà testato in anteprima da una ventina di quotati runner valdostani il 19 e 20 novembre prossimi, con una “sgambata” sull’intero percorso (170 chilometri) con assistenza al seguito. La “prova” darà la possibilità agli organizzatori di raccogliere dati, tempi, opinioni e sensazioni necessarie poi per mettere definitivamente a punto la macchina operativa, le necessità degli atleti e gli eventuali ritocchi di percorso.

Il primo appuntamento ufficiale, cioè la gara agonistica, è programmato per il 13 e 14 maggio 2017 (le iscrizioni apriranno ufficialmente nei primi giorni di dicembre 2016). Una gara nata per creare nuovi percorsi agonistici a favore di quegli appassionati della corsa – trailer affermati o amatoriali – che vedevano la Valle d’Aosta solo come terreno di corse in alta quota. E al tempo stesso per permettere ai borghi della parte bassa dell’intera Valle di svelare i loro segreti e le loro bellezze ad atleti, accompagnatori e appassionati provenienti da tutt’Italia e dall’estero. Protagonisti  gli Chateaux, i castelli, che in Valle d’Aosta sono un’ottantina, accanto ad edifici storici, torri, caseforti, strade che raccontano, con testimonianze visive, la Storia. I runner percorreranno, infatti, tratti di strade romane, medioevali, militari e tratti della via del vino e della via Francigena; tutte meritevoli di un’ampia valorizzazione.

La gara sarà un “mix” di corsa su strada, di ultramaratona campestre, di trail, che richiede allenamento e impegno. Il tracciato è comunque considerato “corribile” quasi per intero, con saliscendi non impegnativi (solo qualche strappo, specie nella prima parte, per raggiungere proprio alcuni castelli arroccati) e bei tratti sinuosi ma pianeggianti lungo la Dora, nelle borgate, nei boschi e nelle praterie di fondovalle.

La lunghezza dell’intero percorso è di 170 chilometri; gli atleti partiranno da piazza Chanoux, nel centro di Aosta (decretata, per il 2017, una delle capitali europee dello Sport) puntando verso ovest, fino ad Avise, dove gireranno intorno al castello della fine del 1400 per ridiscendere l’intera Valle fino a Pont Saint Martin, alle porte della pianura piemontese. Qui il secondo giro di boa per ritornare al traguardo, sempre nel cuore della “capitale” della regione.
La manifestazione è resa possibile anche grazie alla presenza di un main sponsor, Eolo, già attivo protagonista al Tor des Géants® 2016. L’azienda varesina fornirà anche agli atleti che parteciperanno al test del prossimo fine settimana i suoi geo localizzatori, e la connettività a banda larga necessaria lungo tutto il percorso.
Il tracciato del Tor des Chateaux è visibile sul sito www.tordeschateaux.it.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *