• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Intero paese da evacuare nell’Appennino per ordigno bellico della seconda guerra mondiale

bomba_bellica

MONTECRETO, Modena –  L’ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale, probabilmente lanciato da un aereo americano, era stato rinvenuto a metà ottobre da due cercatori di funghi nel comune di Montecreto, Modena, in un punto molto frequentato da bikers ed escursionisti. Avvertite le autorità, ad inizio settimana la Prefettura ha varato il piano che porterà al recupero della bomba.

Infatti, dato il quantitativo di tritolo contenuto nell’ordigno, 150 kg, non è possibile farlo brillare nel bosco, ma è necessario spostarlo: luogo designato per la detonazione la cava di Roncobotto, a Zocca.

L’operazione, di cui si occuperanno gli artificieri del Genio Guastatori dell’Esercito, è stata fissata per lunedì 21 novembre. Necessaria la temporanea evacuazione dell’intero Comune di Montecreto e della frazione di Roncoscaglia, nel Comune di Sestola, per un totale di circa 250 persone, che saranno trasferite, con mezzi della protezione civile e comunali, dalle 10 alle 13 del 21 novembre dalle loro case fino al centro operativo comunale COC di Sestola, predisposto nel palazzetto dello sport del comune. Altre abitanti dei due paesi invece provvederanno in autonomia a lasciare le proprie case per il tempo necessario.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *