• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Lutto nell’alpinismo pakistano

mountaineer-hassan-sadpara

Si è spento oggi all’età di 53 anni Hassan Sadpara, alpinista che si è guadagnato la notorietà, particolarmente in Pakistan, per essere stato il primo pakistano ad aver scalato le sei più alte montagne del mondo: Everest (8848m), K2 (8611m), Gasherbrum I (8080m), Gasherbrum II (8034m), Nanga Parbat (8126 m) e Broad Peak (8051m).

Hassan Sadpara, originario del villaggio di Sadpara, aveva iniziato come giovane portatore, negli ultimi anni gestiva un negozio sportivo a Skardu; il suo sogno, aveva dichiarato in un’intervista, era quello di salire tutti gli 8000 ed aprire una scuola di alpinismo nella sua città, così da trasmettere ai giovani la sua passione.

Hassan Sadpara al momento della morte era ricoverato in ospedale, dopo che ad inizio ottobre gli era stato diagnosticato un cancro del sangue. Il corpo sarà trasportato al villaggio di Sadpara, dove verrà sepolto.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Temevo che fosse lui ma non volevo crederci; poi alla fine ho letto. Mi spiace per i suoi, mi spiace per lui, il primo sul Nanga in Inverno, solo per quindici minuti, con la sua timida bandierina verde formato cartolina, non ignorato, non dimenticato. Resterà, fra i grandi. Auguri ai prossimi eroi.

  2. Tristissima notizia, Hassan e’ stato un grande, finora l’unico
    alpinista pakistano a scalare 6 ottomila, ma da noi quasi
    sconosciuto. Ma non confondiamo: il primo sul Nanga Parbat
    in inverno e’ stato Muhammad ALI Sadpara, che e’ancora
    vivissimo (39 anni d’eta’) e ha ancora piani e tempo per
    compiere altre grandi imprese. Non si fermera’ a 6 ottomila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *