• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Adam Ondra ce la fa: è sua la prima ripetizione della Dawn Wall

15078550_1172066942873818_4907602198825906058_n

Adam Ondra ce l’ha fatta: dopo 8 giorni in parete compie in libera la prima ripetizione della Dawn Wall, la linea su El Capitan più lunga e probabilmente più difficile al mondo, capolavoro di Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson.

La prima volta in Yosemite del climber ceco si conclude pertanto con un importante e storico successo, raggiunto grazie alla grande determinazione, tecnica, preparazione e forse un filo di arroganza, che ha portato Ondra a scegliere come prima sfida proprio questa linea, inizialmente sottovalutandola, come da lui stesso ammesso.

Dopo una prima esplorazione della via, in cui Ondra ha provato i vari tiri, concentrandosi soprattutto sulla sezione chiave, lunedì 14 novembre la partenza verso la cima: 32 tiri, con difficoltà fino al 9a.

Non sono stati 8 giorni semplici quelli trascorsi sulla Dawn Wall dal climber, che ha arrampicato soprattutto di notte, per cercare le condizioni perfette della roccia: le difficoltà lo hanno colto inizialmente nella parte bassa della parete, ma si sono fatte sentire soprattutto quando è arrivato al 14° e 15° tiro, i 9a. Probabilmente la stanchezza fisica e di certo una buona quantità di stress hanno fatto entrare in crisi Ondra nel cuore della sezione chiave, ma in breve tempo si è ripreso ed è arrivata la gioia. L’ultimo tiro difficile, il 16°, Ondra ha deciso di superarlo non seguendo la versione più diretta scelta da Jorgeson con il dyno, ma la variante Loop Pitch di Tommy Caldwell, che ne abbassa leggermente il grado. Andato anche il 16°, è arrivata la Wino Tower e gli ultimi 11 tiri, ma le difficoltà erano oramai tutte passate.

Questa notte la cima.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *