• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Dal Governo 20 milioni per lo sviluppo sciistico dell’Appennino

abetone_slide_1

È stata firmata un’intesta tra Regione Toscana, Regione Emilia Romagna e Governo al fine di stanziare 20 milioni di euro per il rilancio degli impianti sciistici dell’Appennino tosto-emiliano, a questi si aggiungeranno anche altri fondi regionali.

Il finanziamento servirà per le attività di revisione, sostituzione e ampliamento degli impianti di risalita e per la revisione e realizzazione di impianti di innevamento artificiale. Il progetto complessivo mira a creare un grande comprensorio unendo Abetone, Corno alle Scale e Cimone: oltre 120 chilometri di piste, con un unico skipass.

Il protocollo, per la cui attuazione servirà una nuova intesa, è stato firmato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, il presidente della Toscana, Enrico Rossi, e l’assessore al turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini.

“Siamo convinti che ammodernare, sostituire o ampliare gli impianti sciistici e di risalita – ha detto l’assessore al turismo di Regione Toscana Stefano Ciuoffo –  è il modo principale per ridare prospettiva alle nostre aree montane, perché è innegabile che l’attività sportiva è la principale motivazione di attrazione per l’Appennino e grazie quindi a questo tipo di flussi turistici ne gode la montagna nel suo insieme. Oggi – aggiunge Ciuoffo – parte un percorso con una visione di lungo periodo per il rilancio e qualificazione di questi territori che hanno di per sé una forte caratterizzazione ed identità nel proprio patrimonio naturalistico, ambientale, paesaggistico, storico e culturale. L’intento è quello di offrire un ‘prodotto’ turistico integrato in termini verticali e trasversali per tutto quello che la montagna può offrire”.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Chissa’ se veramente i clienti preferiscono le cabine ad aggancio automatico con filo diffusione obbligante ai ritmi scelti da un guru a suo gusto o i vecchi sedili…con gli sci appena appoggiati e l’aria che ti circonda.Meglio fare prima un sondaggio.Oltre allo stanziamento per riammodernare ..presumo occcorrera’ il riappianamento del deficit.A Cortina ..due seggiovie non verranno gestite causa debito di 200 mila euro.Buon per ciapsolisti e scialpinisti , per i primi allenamenti…la zona era snobbata … troppo facile..che orrore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *