• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Il video dell’infarto a 6000 metri di Conrad Anker. Lama torna in parete per la solitaria

La spedizione al Luang Ri di David Lama e Conrad Anker sembrava si fosse interrotta questo autunno a causa dell’attacco di cuore che aveva colpito il famoso alpinista americano a 6000 metri, le cui drammatiche immagini sono mostrate nel video che vi mostriamo, pubblicato dallo stesso Lama. 

In realtà si scopre ora che l’austriaco, mentre Anker veniva curato in ospedale a Kathmandu, era rimasto al campo base, con l’intenzione di fare un tentativo in solitaria sugli inviolati 6907 metri di questo picco al confine tra Nepal e Tibet.

L’austriaco, al terzo giorno in parete, dopo essere arrivato con difficoltà a 200 metri dalla cim,a ha dovuto però rinunciare: “Sapevo che se fossi andato in vetta, non avrei avuto l’energia per scendere, inoltre non avevo più gas. Se volevo sopravvivere, dovevo rinunciare”.

E così ha fatto Lama, tornando saggiamente indietro a poche centinaia di metri dal coronamento di un sogno, che da anni coltiva: nel 2015, sempre con Conrad Anker, era arrivato a 300 metri dalla vetta e quella era già la terza volta che provavano ad espugnare il Luang Ri. Forse a causa della delusione e degli avvenimenti difficili affrontati in questa spedizione, Lama potrebbe però lasciarsi alle spalle questa agognata vetta: “Se si tenta di salire una montagna molte volte – dice Lama a Desnivel – è come se si costruisse un rapporto con lei: si conoscono le sue difficoltà, i suoi pericoli e la sua bellezza. Credo di avere con il Luang Ri un rapporto più profondo che con altre montagne e sarebbe bello salirlo, ma non ho ancora deciso se tornerò”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *