• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Eventi, Primo Piano, Sport

Giro d’Italia 2017: per la prima volta nella storia sui tre versanti dello Stelvio

MILANO — Quella che in molti giudicano la tappa più spettacolare del Giro d’Italia numero 100, un vero tributo al territorio valtellinese, è stata presentata ieri al 39° piano del palazzo della Regione Lombardia di Milano. La 16a tappa del Giro si correrà il 23 maggio e coprirà la tratta Rovetta-Bormio, con le scalate del Mortirolo, dello Stelvio e, per la prima volta, dell’Umbrail (227 km e 5.400 metri di dislivello), seguita, il 24 maggio, dalla Tirano-Canazei (219 km). Per la prima volta nella storia della corsa rosa la frazione che si conclude a Bormio toccherà i tre versanti dello Stelvio, come ha sottolineato Ugo Parolo, sottosegretario di Regione Lombardia con delega alle Politiche per la Montagna e Macroregione alpina (Eusalp): “In occasione del centesimo anniversario del Giro, per la prima volta si terrà la scalata sui tre versanti del Parco dello Stelvio, nel cuore della Alpi, regalando la visione di bellezze paesaggistiche straordinarie”.

“Quella dello Stelvio sarà la tappa regina”, ha aggiunto Mauro Vegni di RCS Sport, direttore del Giro, “che viene nella settimana più difficile. Sapremo a questo punto chi non vincerà di sicuro il Giro. Per la prima volta, con uno sconfinamento di 18 km andremo ad affrontare l’Umbrail Pass”.
Una tappa impegnativa, di quelle che Ivan Basso ha descritto come “le salite che ti affrontano”, contrapposte a quelle “che affronti”. “È facile pensare che chi sarà in rosa a Bormio, lo sarà anche a Milano”, ha commentato l’ex professionista varesino.

“Il passaggio di queste tappe in Valtellina rappresenta per noi anche una grande occasione per promuovere il turismo lombardo sul mercato interno e quello internazionale”, ha dichiarato Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia. “L’edizione di quest’anno del Giro d’Italia accenderà, infatti, un importante riflettore sulla grande offerta turistica, enogastronomica, culturale e sportiva di questo territorio e dell’intera regione. Per questo abbiamo deciso di valorizzare questa opportunità, sviluppando un progetto di promozione marchiato #inLombardia molto articolato, che seguirà la carovana per tutto il percorso del Giro e che presenteremo nelle prossime settimane insieme ad RCS Sport e in collaborazione con la nostra DMO Explora”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *