• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Prima traversata invernale delle Tre Cime di Lavaredo per Gietl e Wohlleben

Gli alpinisti Simon Gietl e Michi Wohlleben hanno effettuato la traversata delle Tre Cime di Lavaredo in Dolomiti, concatenando in 9 ore e 15 minuti la Cima Ovest, Cima Grande, Cima Piccola, Punta di Frida e Cima Piccolissima. Dovrebbe trattarsi, come spiega Gietl a Planetmountain, del primo concatenamento di tutte cinque le cime, sicuramente il primo in inverno.

I due alpinisti sono partiti venerdì 17 marzo alle 6.45 dalla Cima Ovest (2973 m), dopo 2 ore 25 minuti erano in vetta percorrendo lo Spigolo Scoiattoli. Discesa lungo la normale e salita alle 11:26 della Cima Grande (2999m) attraverso la via Dülfer. Discesa anche questa volta per la via normale. È toccato poi alla Cima Piccola (2857m), raggiunta per la via normale alle 13:20; discesa per la Innerkofler, a seguire Punta di Frida (2792m) seguendo lo Spigolo ovest (con discesa per lo Spigolo est) ed infine la salita sulla Cima Piccolissima (2700m), raggiunta alle 14:50 (discesa lungo la Via Preuss). Cronometro fermato: 9 ore e 15 minuti.

Dalla loro non solo bravura, ma anche l’esperienza: nel 2012 Gietl, con Roger Schäli, aveva realizzato la prima traversata invernale della Cima Ovest, Cima Grande e Cima Piccola; Wohlleben nel marzo 2014, con Ueli Steck, aveva fatto la prima invernale delle tre cime dalle pareti nord. Lo scorso dicembre 2016 Gietl, insieme a Vittorio Messini, aveva ripetuto il trittico in sole 5 ore e 45 minuti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *