• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata sportiva, Primo Piano

Pizzo Tre Signori, Fabio Salini chioda una nuova falesia al rifugio Falc

La nuova falesia chiodata da Salini al rifugio Falc
La nuova falesia chiodata da Salini al rifugio Falc

PREMANA, Lecco — Nuove vie di arrampicata su una falesia nelle vicinanze del rifugio Falc, la struttura alpina posta ai piedi del Pizzo Tre Signori, che con i suoi 2554 metri sorge all’incrocio delle province di Lecco, Sondrio e Bergamo. Le ha aperte nei giorni scorsi la guida alpina valtellinese Fabio Salini: si tratta di 7 monitiri di difficoltà tra il grado 5b e 6c. La falesia si trova a 5 minuti dal rifugio, e richiede come materiali 11 rinvii e corda da 50 metri.

“Il rifugio Falc già noto per la sua posizione privilegiata ai piedi del Pizzo Tre Signori e del Pizzo di Trona, si arricchisce grazie ad un lavoro di chiodatura voluto dal gestore Sergio Piatta, di una piccola falesia posta nelle immediate vicinanze. La parete è molto interessante, la scalata è su Verrucano Lombardo, una pietra atipica di soddisfazione. Il colore della roccia ha delle tinte viola intenso molto suggestivo. La struttura presentava già due linee precedentemente attrezzate che sono state “raddrizzate” ed integrate con una chiodatura più conforme al resto dell’area. Sono stati sviluppati sette monotiri, lunghezza massima 25m che presentano difficoltà dal 5b al 6c. Le difficoltà sono contenute, i gradi alti generosi e la chiodatura ben calibrata. All’esterno del rifugio è stato esposto un cartello con indicato tutto ciò che serve sapere sulla falesia: foto, difficoltà, nomi degli itinerari, raccomandazioni e note. Occorrono scarpette, imbraco, casco, 11 rinvii, una corda da 50m e un moschettone a ghiera. Per scappare dalla calura la proposta è interessante e riempie un’intera giornata, fateci un giro…vale il viaggio!”

Il rifugio è raggiungibile da diverse località:
Da Premana (mt.770) circa ore 3 e ½
Da Laveggiolo (mt. 1471) circa ore2 e ½
Da Gerola (mt. 1087) circa ore 3 e ½
Da Pescegallo (mt. 1454) circa ore 3
Da Introbio (mt. 588) circa ore 3 e ½
Da Ornica (mt. 969) circa ore 3 e ½
Dai Piani di Bobbio (mt. 1662) circa ore 4

Grazie a: Silvia Colombini, Stèphanie Frigiere, Manuela Maxenti e Davide Codega.
Fabio Salini, guida alpina

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *