• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Base jumper muore precipitando dal Becco dell’Aquila

Monte Brento (Photo courtesy of www.valledeilaghi.it)
Monte Brento (Photo courtesy of www.valledeilaghi.it)

DRO, Trento — Incidente mortale ieri mattina al Becco dell’Aquila, sul Monte Brento. Un giovane base jumper di nazionalità straniera è morto schiantandosi al suolo dopo una caduta libera di circa 700 metri nel vuoto. Secondo le prime ricostruzioni qualcosa sarebbe andata storta con l’apertura del paracadute e il ragazzo sarebbe andato a sbattere contro la roccia.

L’incidente si è verificato ieri intorno alle 10.30 del mattino. La vittima, un ventenne di cui non si conoscono le generalità ma che pare possa essere di nazionalità neozelandese, si era lanciato dal Becco dell’Aquila, celebre località trentina nel territorio di Dro, frequentata dai base jumper di tutto il mondo.

Le dinamiche dell’incidente non sono al momento chiare: secondo alcuni giornali locali il base jumper si sarebbe schiantato contro la parete perchè avrebbe aperto troppo presto il paracadute; secondo altri invece sarebbe sceso troppo vicino alla parete e per quello la vela non si sarebbe aperta del tutto. Fatto sta che la caduta di 700 metri nel vuoto non gli ha dato scampo, e il Soccorso alpino una volta intervenuto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne la morte.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *