• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Dubbi sulla seconda cima dell'Oceania: primato conteso tra Kammerlander e Stangl?

Il-Sumantri-visto-dalla-Carstensz-photo-courtesy-summitpost.org_-300x225.jpg

SYDNEY, Australia — Si addensano di nuovo nubi sul primato di Hans Kammerlander, primo uomo al mondo ad aver completato le cosiddette “Seven Second Summits”, le seconde cime più alte dei sette continenti. Dopo aver dovuto risalire il Mount Logan la scorsa primavera per una differenza di 12 metri dalla vera cima, ora vede di nuovo il suo record minacciato da alcune rilevazioni satellitari che indicherebbero un’altra montagna come seconda cima più alta dell’Oceania. Se così fosse, il primo ad averle salite tutte sarebbe il l’austriaco Christian Stangl.

Kammerlander è stato il primo a rivendicare la salita di tutte le seconde montagna più alte dei sette continenti. Ha salito nel 2001 il K2, poi il monte Kenya in Africa, il Gora Dychtau in Russia, l’Ojos del Salado in Sud America, il Puncak Mandala in Indonesia e il Mount Logan in Alaska.

Ora però le rilevazioni satellitari della Shuttle Radar Topography Mission indicano come seconda cima più alta dell’Oceania il Sumantri (4.870 metri), in Nuova Guinea, e non il Puncak Mandala (4.758 m) come indicava sino a ieri il governo indonesiano. Il Sumantri fino ad oggi era considerato solo un picco secondario della Piramide Carstensz (la cima più alta del continente). Ma le nuove rilevazioni dello Shuttle, diffuse dallo statistico tedesco Eberhard Jurgalsky sul sito 8000ers.com, avrebbero verificato che la sella che lo separa dalla Carstensz sarebbe sufficientemente ampia e la sua prominenza ufficientemente alta da farlo considerare una cima a sè stante.

Stando così le cose, l’unico alpinista ad aver salito tutte le Second Seven Summits sarebbe lo skyrunner austriaco Christian Stangl, che anni fa ha intrapreso il progetto di scalare le “Triple Seven Summits”: ovvero la scalata delle prime, le seconde e le terze cime di ogni continente. In Oceania Stangl aveva salito come seconda e terza cima il Ngga Pulu e il Puncak Mandala, ma nel gennaio 2013 – dopo aver letto che Peakbagger.com indicava il Sumantri come cima indipendente e quindi seconda cima più alta, era tornato in Indonesia per scalarlo. Ci è riuscito il 15 gennaio 2013, facendo anche delle rilevazioni Gps personali che confermavano il fatto che fosse una cima a sè stante ancor prima dei dati satellitari.

Tanta meticolosità, secondo un pungente articolo della Neue Zürcher Zeitung, sarebbe dovuto alla volontà di Stangl di recuperare credibilità dopo la brutta vicenda del K2 dell’estate 2010, quando aveva annunciato al mondo di essere arrivato in vetta mentre in realtà lo aveva solo “immaginato”. “Per quella vicenda nel mondo alpinistico viene considerato un po’ pecora nera – scrive il giornale svizzero -. Da allora usa il Gps per registrare ogni vetta”.

Lo Shuttle avrebbe inoltre rilevato, per i picchi secondari della Carstensz, altezze diverse rispetto alle misure australiane del 1973 su cui si basavano i dati del governo indonesiano. Il Sumantri, per esempio, ora è stato rilevato a 4.870 metri e non solo a 4.810 metri. E’ inoltre apparso più alto di almeno 30 metri rispetto al Ngga Pulu, che invece figurava come il più alto dei picchi secondari della Piramide con ben 4.862 metri. Pare che il motivo sia non solo qualche errore nelle misure precedenti, ma anche lo scioglimento della calotta glaciale sulla cima del Ngga Pulu negli ultimi 40 anni.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Quello che trovo inquietante è che una leggenda come Kammerlander deve essere flessibile con la verità. La sua prima affermazione sul monte Logan ha dichiarato che ha raggiunto un punto 12m inferiore alla vetta. Questo ignora completamente il fatto che il vertice principale non è solo 34m più alta, ma ad una distanza di 2,35 km! Con clima eccellente questa non è una cosa che si può facilmente essere scambiato circa. Uno studio approfondito su questo è stato fatto da 8000ers.com quindi non capisco perché non si collega a quella fonte originale delle informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *