• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Libri

Nodi, corde e manovre. La guida di Vidi e Alimonta sulla sicurezza in montagna

Sicurezza-in-montagna.-Conoscere-le-manovre-di-corda-per-lautosoccorso-e-la-progressione-su-roccia-e-ghiaccio-240x300.jpg
Sicurezza in montagna. Conoscere le manovre di corda per l'autosoccorso e la progressione su roccia e ghiaccio
Sicurezza in montagna. Conoscere le manovre di corda per l’autosoccorso e la progressione su roccia e ghiaccio

La sicurezza assoluta in montagna non esiste, e questa è una vecchia verità ben nota a chi frequenta le alte quote. Muoversi in modo prudente, acquisire esperienza ed imparare ad utilizzare al meglio l’attrezzatura alpinistica è però possibile. “Sicurezza in montagna. Conoscere le manovre di corda per l’autosoccorso e la progressione su roccia e ghiaccio”, il volume edito da Hoepli e scritto da Piergiorgio Vidi e Adriano Alimonta, si occupa esattamente di questo, precisando però fin dall’incipit che un libro, per quanto completo, non potrà mai sostituire le lezioni sul campo.

“L’alpinismo è un’attività non priva di pericoli – scrivono gli autori fin dalle prime righe dell’introduzione -. A causa dei gravi rischi che si corrono, se non si possiede una buona conoscenza delle tecniche di progressione e delle manovre di corda, consigliamo caldamente di frequentare dei corsi specifici rivolgendosi a una guida alpina, maestro di alpinismo. Benché questo libro sia esauriente e racchiuda tutte le nostre competenze, maturate in oltre vent’anni di professione in montagna come guide alpine e specialisti del soccorso alpino, rimane, sebbene con fotografie e illustrazioni, un testo teorico. Nessun libro, articolo e nemmeno un amico animato da buone intenzioni possono prepararvi meglio e in modo più sicuro di un corso intensivo, pratico, tenuto sul campo da una guida alpina”.

Tanto per chiarire subito l’utilizzo migliore del libro che hanno in mano i lettori. E d’altra parte a ben vedere, chi non possegga almeno una conoscenza generale degli argomenti, difficilmente riuscirà a seguire il discorso. Quindi passano in rassegna le diverse attività nei diversi ambienti.

Ferrate, alpinismo in alta quota, arrampicata in falesia, su roccia e su ghiaccio; progressione  in conserva, calate in corda doppia, nodi di assicurazione e autoassicurazione, ancoraggi, soste, gestione della corda. Di fatto il libro ripercorre con illustrazioni e spiegazioni schematiche tutto ciò che bisogna fare per svolgere in sicurezza le attività in montagna.

Piergiorgio Vidi è Guida alpina istruttore, tecnico di elisoccorso e istruttore nazionale soccorso alpino, oltre che alpinista noto per diverse vie aperte in Patagonia (come la famosa “Infinito Sud” al Cerro Torre, aperta con Ermanno Salvaterra e Roberto Manni) e nelle Dolomiti di Brenta. Adriano Alimonta è Guida alpina, tecnico di elisoccorso e dal 1985 dirige il soccorso alpino Adamello-Brenta.

Titolo: “Sicurezza in montagna. Conoscere le manovre di corda per l’autosoccorso e la progressione su roccia e ghiaccio”
Autore: Piergiorgio Vidi e Adriano Alimonta
Casa editrice: Ulrico Hoepli Milano
Pp. 176
Costo 22,90 euro

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Non leggerò il testo proposto. Di testi riguardanti la sicurezza in montagna ce ne sono anche troppi, la sicurezza è dentro la nostra testa!

    1. Che la sicurezza sta solo nella nostra testa è falso: le tecniche di sicurezza di oggi (nodi e sistemi per la sicurezza passiva) erano tecnicamente possibili anche negli anni ’50 e ’60 (chiodi, nuts, fettucce, cordini, casco, imbracatura, moschettoni, nodi e manovre di sicurezza e per recupero) ma non usati.
      Solo che nessuno ci aveva ancora pensato, e si andava con la corda legata in vita.
      E non per questo alpinisti come Cassin si può considerare fossero pazzi o sprovveduti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *