• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Pasquetta, si perde in montagna: ritrovato nella notte grazie a un pastore

Ricerche-notturne-foto-archivio.jpg

MONTEVIASCO, Varese — Gli amici sono scesi in funivia. Lui ha preferito fare la discesa a piedi, ma durante il cammino si è perso ed è calata la notte. A permettere il ritrovamento dell’uomo, un 35enne di Monza, è stato un pastore che dal versante opposto ha visto la luce della sua frontale.

L’intervento è stato condotto sui monti a Curiglia con Monteviasco dalla XIX Delegazione Lariana del Soccorso alpino lombardo. Secondo quanto riferito dall’ufficio stampa del Cnsas, l’uomo si è ritrovato su un sentiero, 300 metri più in basso, che lo ha condotto su un punto a strapiombo, in prossimità di un salto verticale, e li si è bloccato.

Le ricerche sono partite in notturna. “Dal versante opposto, un pastore ha notato la presenza di una luce anomala – riferisce il Cnsas -. Si trattava proprio dell’uomo che si era smarrito. I tecnici hanno così potuto individuare il punto esatto in cui si trovava e lo hanno raggiunto con alcune calate. Dopo avere esaminato e valutato la situazione, hanno deciso di mettere in atto un recupero in barella portantina con vari paranchi. L’operazione si è conclusa intorno alle 3:30 della notte”.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *