• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

Marco Confortola al Campo base del Dhaulagiri

Dhaulagiri-photo-Solundir-Wikimedia-Commons-300x197.jpg

KATHMANDU, Nepal – E’ arrivato al campo base del Dhaulagiri Marco Confortola. Come su altri ottomila, anche qui la neve è scesa abbondante nelle scorse settimane e ancora continua a scendere. Al momento l’italiano e il suo sherpa sarebbero l’unica spedizione arrivata ai piedi della montagna.

L’alpinista di Santa Caterina Valfurva è partito dall’Italia l’1 aprile. Dopo alcuni giorni ha iniziato il lungo avvicinamento al Dhaulagiri. “Il cammino inizia a Beni – ha spiegato lo stesso Confortola sulla sua pagina facebook -, villaggio alla confluenza della Khali Gandaki e della Myagi Khola, a ovest di Pokhara. Si risale la Myagi Khola verso ovest fino a Phalai Gaon, per deviare poi decisamente verso nord in direzione del massiccio del Dhaulagiri, mentre i villaggi si diradano sempre piu’. In una decina di giorni di buon passo si raggiunge il CB del Dhaulagiri che rispetto a molti altri non è per niente basso, anzi..”.

Il campo base del Dhaulagiri si trova a circa 4750 metri di quota. Secondo quanto racconta il sito Altitudepakistan.blogspot.it durante l’avvicinamento e in prossimità del base, Confortola e il suo sherpa avrebbero prestato aiuto ad alcuni trekkers, un tedesco, un coreano e i loro 3 sherpa, sorpresi dalla tempesta. Pare che gli escursionisti non fossero adeguatamente attrezzati alle brutte condizioni meteo.

Al momento, sempre secondo Altitudepakistan.blogspot.it, la spedizione di Confortola sarebbe la prima arrivata sulla montagna. Nei prossimi giorni è atteso però l’arrivo di Carlos Soria, attualmente ancora all’Annapurna, dove le cattive condizioni meteo gli hanno impedito di effettuare questa settimana un tentativo di cima.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *