• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Cronaca, Top News

Nepal: nuova scossa e nuova valanga al campo base dell'Everest: è il caos.

Nepal_base_camp_3281011b-300x187.jpg

(Updated 15.00) LOBUCHE, Nepal — Una nuova scossa di terremoto ha colpito poco fa il Nepal, provocando una nuova valanga al campo base dell’Everest. La scossa e la valanga sono confermate dal Laboratorio Piramide dove si trova il tecnico EvK2Cnr e guida alpina Gianpietro Verza. Secondo quanto rilevato dalle strumentazioni della Piramide la scossa sarebbe stata di grado 6.7. “Il campo base fa paura” ha detto l’alpinista italiana Annalisa Fioretti che questa mattina è risalita insieme a Marco Sala da Gorakshep.

La scossa è avvenuta stamattina 9.30 ora italiana e l’epicentro dovrebbe essere a circa 80 km da Kathmandu. I tweet che provengono dal campo base parlano di una situazione di “caos generale”. Qualcuno azzarda i numeri e parla di 22 o 65 vittime ma si tratta di notizie non confermate.

“Oggi io e Marco Sala siamo risaliti al campo base e siamo scampati a due valanghe scese da Pumori e Nuptse – ha detto Annalisa Fioretti – dopo una scossa di terremoto forte. Stiamo bene, stanchi e ammaccati ma bene. Domani scendiamo a Periche o Tiengboche, dipende dove i lodge sono in piedi”.

“Il campo base fa paura – racconta la Fioretti -. Ci sono 200 persone bloccate al c1 e c2, oggi qualche elicottero è volato ma non abbastanza. C’è una striscia bianca dove la valanga ha spazzato. Noi siamo dei miracolati. C’è materiale sparato ovunque lontano centinaia di metri. Tende distrutte, tavolini distrutti lanciati sui seracchi e la terra continua a tremare. Ogni rumore ci fa saltare. oggi son stati evacuati i feriti e il campo è pieno di cadaveri che abbiamo impacchettato o coperto, un disastro”.

Dorje Sherpa dello staff EvK2CNR era presente al campo base fino a poco fa: “La grande valanga di ieri è stata causata da un enorme seracco caduto tra Lingtreen e Pumori. L’enorme blocco di ghiaccio è caduto per 800 mt causando anche caduta di massi e roccia. La maggior parte delle tende al campo base sono distrutte. A memoria degli sherpa non ce mai stato un evento simile al campo base, nel corso degli anni sono stati diversi crolli di ghiaccio ma mai cosi grandi. Normalmente cadono pezzi “piccoli”, l’energia del terremoto ha rotto il braccio di ghiaccio che teneva ancorato il grosso seracco al ghiacciaio sulla sella sotto il Lingtreen”.

Dorje sherpa sta ora rientrando alla Piramide. La cosa certa è che il tempo è appena peggiorato e gli elicotteri hanno dovuto interrompere i soccorsi. Questa mattina diversi feriti sono stati portati in elicottero a Periche, 4300 metri, tappa del trekking che da Lukla porta all’Everest dove sorge un piccolo ospedale d’alta quota gestito dalla Himalayan Rescue Association (HRA).

Il responsabile EvK2CNR a Kathmandu Hari Shrestha ha fatto sapere che l’aereoporto è aperto e molti turisti sono in attesa di partire. Molti sono i voli in arrivo per i soccorsi dal Pakistan e dall’India mandano squadre con cani da ricerca.

Aggiornamenti nelle prossime ore.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *