• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Cronaca, Top News

Maurizio Folini parte per i soccorsi all’Everest: farò tutto il possibile

Maurizio-Folini-300x165.jpg

KATHMANDU, Nepal – “Farò tutto ciò che sarà possibile per dare il mio contributo ed evitare altri danni”. Queste le parole di Maurizio Folini, uno dei più esperti elicotteristi d’alta quota autore del record di soccorso in long line più alto del mondo, in partenza in queste ore dall’Italia per aiutare nelle operazioni di soccorso all’Everest. Il pilota e Guida alpina valtellinese lavorerà in costante contatto con la Piramide e l’associazione EvK2Cnr per coordinare i recuperi.

“Sarei dovuto partire in ogni caso oggi per il Nepal – dice Maurizio Folini -, per andare a svolgere il mio lavoro di pilota, ma fino all’ultimo non sapevo se partire o no perché l’aeroporto era anche chiuso fino a poche ore fa. Ho cambiato idea tante volte nel giro di 12 ore, non sapevo cosa fare. In molti però mi hanno chiesto di andare per dare una mano, e mi è sembrato giusto farlo. L’elicottero è il mezzo più utile per il soccorso. Il mio vantaggio lì è che so come muovermi in Nepal. Farò tutto ciò che sarà possibile per dare il mio contributo ed evitare altri danni”.

Folini partirà dall’Italia oggi pomeriggio alle 15:30 e domani un elicottero lo andrà a prendere per portarlo a Lukla. A Kathmandu prenderà servizio con la compagnia nepalese di elicotteri Fishtail Air, con cui lavora da diversi anni in Himalaya sia effettuando in prima persona operazioni di soccorso sia per addestrare i piloti locali ai recuperi in alta quota. Proprio Folini infatti, nel 2013 è stato artefice del soccorso in long line più alto del mondo, avendo recuperato un alpinista a oltre 7800 metri di quota, sulle “Fasce gialle” del versante nepalese dell’Everest.

Non appena arrivato in Nepal il pilota italiano volerà sulle montagne, in particolare all’Everest per aiutare nel recupero delle decine di persone bloccate ai campi 1 e 2 a scendere al campo base e poi nella valle del Khumbu. Folini sarà in costante contatto con la Piramide e l’associazione EvK2Cnr per coordinare i recuperi.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *