• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Attualità, Top News

Maurizio Folini dal Nepal: evacuati i campi alti all’Everest, molti villaggi sono distrutti

IMG_8627-300x169.jpg

LUKLA, Nepal — “Da campo 1 e campo 2 ho recuperato tutte le persone e pure gran parte del materiale, sono rimaste solo alcune tende. Ci sono alcuni morti al campo base che forse recupero oggi: lì c’è ancora molta gente tra alpinisti sherpa e porters”. Maurizio Folini ci ha raccontato pochi minuti fa qual è la situazione questa mattina all’Everest e in Nepal: il pilota italiano arrivato solo ieri a Kathmandu, sta già volando per prestare aiuto e soccorsi.

“Da Lukla in su ci sono molte lodge distrutte o danneggiate – ci spiega il pilota italiano -, e alcuni tratti di sentieri, alcuni ponti, ma con una serie di percorsi alternativi si riesce ad arrivare a Lukla. Da qui i voli per Kathmandu, meteo permettendo, sono abbastanza regolari. Il telefono funziona malissimo, il wifi abbastanza bene ad intermittenza. Acqua ed elettricità nella valle del Khumbu non sono un problema, diversa è la situazione a Kathmandu dove invece mancano. Lì ho visto moltissima gente accampata ai bordi delle strade, i telefonini non funzionano, va solo la rete fissa.
L’aeroporto internazionale dovrebbe entrare a regime domani o dopodomani. Ci sono ancora molte scosse di assestamento. Ad ovest della capitale ci sono parecchi piccoli villaggi completamente distrutti”.

Folini è partito domenica pomeriggio dall’Italia e non appena è arrivato a Kathmandu ha sbrigato le pratiche per prendere servizio con la compagnia Fishtail Air. In coordinamento con la Piramide dell’Everest gestita dall’Associazione italiana EvK2Cnr, la Guida alpina e pilota d’elicotteri specialista dei soccorsi in alta quota, ha potuto darci aggiornamenti sulla situazione attuale.

Maurizio Folini
Maurizio Folini nelle operazioni di soccorso all’Everest

“Sono riuscito ad avere già le autorizzazioni per il volo (normalmente ci vogliono tra i 7 e i 10 giorni) e sono salito a Lukla – ci ha detto -. Con il mio amico pilota che ho mandato in Fishtail Air abbiamo fatto gli ultimi voli. I feriti sono tutti in ambulatorio o in ospedale a Kathmandu. Tutti gli elicotteri civili sino stati commissariati dal Ministero degli Interni e sono loro che coordinano la situazione. Ieri 10 elicotteri militari indiani, 5 militari nepalesi e 7 civili sono stati impegnati nei villaggi attorno a Kathmandu. Ieri volavano solo 3 elicotteri civili all’Everest, oggi volo solo io. Sono arrivate anche molte squadre di soccorso e mediche da tutto il mondo. Io ho incontrato squadre della Turchia, americane, spagnole e di altre nazioni”.

Oggi Folini cercherà di portare via gli ultimi cadaveri al campo base dell’Everest. Questa mattina è riuscito a recuperare 4 alpinisti al Makalu, nonostante il tempo non sia dei migliori. Le altre spedizioni però torneranno probabilmente per conto loro.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *