• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Grignetta d’Oro: ecco i 7 finalisti: Barmasse, Della Bordella, Gietl, Lunger, Pesce, Salvaterra e Schiera

Grignetts-300x188.jpg

LECCO – La Giuria del Premio Grignetta d’Oro 2015 ha ufficializzato i nomi degli alpinisti selezionati per la fase finale del premio. Si tratta di Hervè Barmasse, Matteo Della Bordella, Simon Gietl, Tamara Lunger, Corrado Pesce, Francesco Salvaterra e Luca Schiera. La cerimonia di assegnazione del premio al vincitore sarà venerdì 22 maggio ore 21 a Lecco, presso il Teatro Sociale, nell’ambito della rassegna Monti Sorgenti.

Dalla “big list” di 41 nominativi diffusa nei giorni scorsi, predisposta dall’organizzazione insieme con la giuria stessa ed il contributo di alcuni giornalisti, sono stati selezionati questi 7 (sette) alpinisti tra i quali verrà eletto il vincitore. Il premio verrà assegnato all’alpinista per l’attività svolta nel biennio 2013-2014 e per la “visione” dimostrata con il suo alpinismo.

La giuria si riunirà venerdì 22 maggio p.v. per definire il vincitore che sarà premiato la sera stessa, durante la serata aperta la pubblico che inizierà alle ore 21 al Teatro della Società di Lecco. Ricordiamo che i componenti della Giuria sono Mario Conti (presidente), Rolando Larcher, Rossano Libera, Simone Moro, Valerij Babanov e Vinicio Stefanello.

La serata sarà presentata dal giornalista e scrittore Alessandro Filippini e sarà ad ingresso gratuito come tutti gli altri eventi della rassegna Monti Sorgenti. Nel corso della serata saranno proiettati filmati e musica dal vivo con il gruppo Boz trio and guests.

Di seguito potrete trovare i finalisti in ordine alfabetico, le salite per cui sono stati selezionati ed i link ai curricula segnalati dalla Giuria stessa:

Barmasse per le tre prime in Patagonia (Cerro Pollone, Colmillos Destra e Colmillos Sinistra, Cordon Marconi) e il concatenamento in solitaria invernale delle 4 creste del Cervino e la prima invernale della Cresta Furggen sul Cervino.

Della Bordella per la nuova via sulla Ovest della Torre Egger, la via nuova sulla Ovest dell’Uli Biaho, Trango, Pakistan, la ripetizione della Via “Lecco”, Grand Capucin, Monte Bianco, il concatenamento patagonico tra la Aguja de la Silla e Cerro Fitz Roy, e la nuova via sullo Shark’s Tooth in Groenlandia.

Simon Gietl per una serie di salite tra cui la prima libera di Das Orakel, sulla nord del Lagazuoi, e altre nuove vie in Dolomiti (Scharfe Helene sul Crep de Boè, Edle Mischung sul Ciampanil Mufreit, No Credit sulla Tofana di Rozes) e sulle Alpi (Schwarze Witwe e Hakuna Matata in Austria) e la prima invernale della Wüstenblume sul Sass de la Crusc, per l’attività in Patagonia e la prima salita di una cima inviolata nel Sichuan.

Tamara Lunger per la seconda italiana sullo Sperone Abruzzi del K2, senza ossigeno, la salita di due montagne inviolata di 6000 metri sul Braldu glacier, in Pakistan e il tentativo invernale al Manaslu.

Corrado Pesce per le salite patgoniche sull’Aguja Poincenot e il Fitz Roy, Ghost Dog via nuova sul Sasso Pordoi e la sua intensa attività sul Monte Bianco, tra cui figurano la prima libera della via Bonington sulla Ovest dell’Aiguille du Plan, la solitaria della via Polacca sulla Punta Elena e la ripetizione della Directe de l’Amitié nelle Grandes Jorasses.

Francesco Salvaterra ha aperto la Via del Guerriero nella Gola del Limarò, Arco e due vie nuove, Couloir Martina e Diretta Solitudine nel gruppo Adamello – Presanella. In Patagonia ha tentato la Ovest della Egger e aperto una via nuova sulla ovest del Domo Blanco, ripetuto la via dei Ragni al Torre.

Luca Schiera per la Ovest della Egger e l’Uli Biaho compiute con Della Bordellail concatenamento della Aguja de la Silla con il Fitz Roy, la nuova via in Wenden, le vie nuove e ripetizioni nella Ak-su Valley (Kyrgyzstan) e La Divina Commedia, nuova via al Buco del Piombo, Valle Bova.

Ricordiamo che Monti Sorgenti aprirà lunedì 18 maggio alle 18 con l’inaugurazione della mostra dedicata a Giovanni Gandin in Piazza Garibaldi e animerà per una settimana la città di Lecco con eventi, proiezioni, serate, presentazioni di libri dedicati alla montagna. In calce il link con il programma dell’intera manifestazione.

“Monti Sorgenti” è promossa dal Cai Sezione di Lecco e dalla Fondazione Cassin, con il sostegno istituzionale di Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Comune di Lecco, Comunità Montana del Lario Orientale, Comune di Pasturo, Camera di Commercio di Lecco, Confcommercio di Lecco, Fondazione della Provincia di Lecco, e la collaborazione di Acel, main sponsor, Grivel, Kronplatz, Sport Specialist, Bodega estrusioni Avis Lecco, HILL hotel lungolago Lecco.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Passi per il Cervino ormai ce ne siamo fatti una ragione. Ma Tamara Lunger? ma quale tentativo invernale? E Nardi no? num me sta simpatico ma salito è salito almeno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *