• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Alpinista polacco muore sul versante francese del Monte Bianco

Monte-Bianco-visto-dal-treno-che-porta-alla-via-normale-francese-foto-Franco56-wikipedia-commons-300x205.jpg

CHAMONIX, Francia — Un alpinista polacco è stato ritrovato morto sul versante francese del Monte Bianco. La gendarmeria di Chamonix lo cercava da alcuni giorni, ma senza risultati. Poi il suo corpo è stato rinvenuto lunedì 1 giugno sul ghiacciaio di Bionassay.

Stando alla stampa francese, l’uomo, un quarantenne polacco, stava salendo al monte Bianco dalla via normale. Era insieme a un amico, a quanto pare meno esperto, e la notte tra il 24 e il 25 maggio avevano dormito al rifugio capanna Vallot, posto a 4.362 metri. Da qui erano partiti il 25 alle 5 del mattino.

Il giorno dopo durante la salita il polacco sarebbe rimasto indietro rispetto al compagno, e la cordata si sarebbe separata. Pare che l’allarme sia scattato tardi rispetto all’ultimo contatto fra i due ma non è chiara la ragione del ritardo.

Ad ogni modo, una volta partite le ricerche, nei primi giorni di ricognizioni in elicottero la gendarmeria di Chamonix non è riuscita ad individuarlo. Poi lunedì 1 giugno il corpo dell’alpinista è stato ritrovato a 3250 metri di quota ai piedi del Dome du Gouter. Stando alle prime ricostruzioni l’uomo potrebbe essere precipitato per mille metri.

 

 

 

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *