• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Fulmini uccidono 2 escursionisti tra la Marmolada e la Valtellina

fulmini-300x225.jpg

SONDRIO — Tragico bilancio per questa temporalesca domenica sulle Alpi. Due escursionisti hanno perso la vita colpiti da fulmini che hanno ferito anche diverse altre persone. Uno è morto su un tratto attrezzato della via normale alla Punta Penia, in Marmolada, l’altro sull’Alpe Piazza, sulle Orobie valtellinesi.

L’incidente in Marmolada è venuto questa mattina intorno alle 10.30, a circa 3.200 metri di quota. Il fulmine ha colpito un punto dove si trovavano 12 persone di un Cai del Veneto: un 42enne è morto, due sono ferite e altri contusi. Il gruppo, visto il temporale, stava scendendo a valle, ma è stato colpito su un tratto di ferrata che ha attirato la saetta.

Gli elicotteri di Trento e del Suem di Pieve di Cadore hanno tentato inutilmente di intervenire, ma per il maltempo non hanno potuto raggiungere il luogo dell’incidente. Hanno però portato in quota soccorritori e medici che hanno calato a valle i feriti e i contusi fino al Pian dei Fiacconi, a 2.633 metri, dove li ha recuperati l’elicottero. Non è ancora stato recuperato, invece, il corpo della vittima.

Il temporale sulle Orobie ha scaricato il fulmine mortale sull’alpe Piazza, a circa 1900 metri, in un tratto esposto della salita che si trova nel territorio di Albaredo. Erano le 19.30. Il fulmine ha colpito e ucciso un giovane di 23 anni di Talamona, illeso il suo compagno di escursione che ha chiamato immediatamente il 118.

L’elicottero del 118 da Caiolo non è riuscito a volare a causa della pioggia forte e della nebbia: a giungere sul posto sono state le squadre da terra del soccorso alpino, con i militari della guardia di Finanza che hanno recuperato il corpo senza vita della vittima e l’amico in stato di shock.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *