• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Top News

Caldo africano anche in alta quota: +7° alla Capanna Margherita

solw-300x239.jpg

BERGAMO — Anche la montagna è colpita dal caldo “infernale” che sta investendo l’Italia intera. Lo zero termico diurno è schizzato a 4500 metri sulle Alpi occidentali tra Piemonte e Valle d’Aosta. Ci sono picchi di 30°C ad oltre 1000 metri. Sul Monte Rosa si è sfiorato il record: a Capanna Margherita, a 4559 metri, è stata registrata domenica una massima di + 7 gradi e il termometro di notte scende a fatica sotto lo zero. Il record di massima è dell’11 luglio 2010 con +8.8°C.

Il caldo africano non accenna a lasciare l’Italia e si accanisce anche in alta quota. Le aree più calde dovrebbero essere le Alpi Cozie-Graie, Valdostane, Ossola, Alpi Retiche e Alto Adige; qualche grado in meno lungo le Alpi orientali ed in generale lungo l’Appennino.

Secondo 3bmeteo.com “avere temperature elevate in montagna rispetto al passato durante le ondate di calore è una caratteristica degli ultimi anni ed è messa in relazione con uno strato di atmosfera tra 1500m e 5000m circa che si è surriscaldata”.

Giovedì potremo godere di un “breve refrigerio grazie al passaggio di un fronte freddo che sfiorerà l’italia dalle regioni di nordest verso i Balcani. Ci sarà un calo termico anche di 5/8°C sulle regioni centro-settentrionali, che riporterà le massime nella media, comunque attorno ai 28/32°C, mentre ora arriviamo a 35/38°C. Ci sarà un po’ di vento e scenderanno notevolmente i tassi di umidità. Ma la tregua sembra duri solo qualche giorno.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *