• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpi e pareti, Primo Piano

Bianco, i Ragni recuperano il materiale di Marco Anghileri

mARCO-ANGH-300x169.jpg

LECCO — Scarponi, materassino e un po’ di attrezzatura: parte dei materiali di Marco Anghileri, detto “Butch”, apprezzatissimo alpinista lecchese scomparso l’anno scorso sul Monte Bianco, sono stati recuperati in questi giorni dai Ragni Matteo Della Bordella, Luca Schiera e Matteo de Zaiacomo che hanno ripetuto la via Jori Bardill, sul Pilone Centrale del Freney, dove Anghileri ha perso la vita.

I tre Ragni hanno trovato in parete il saccone di Anghileri e hanno riportato a casa una parte dei materiali. Il resto, secondo quanto riferisce Lecconotizie.com, lo hanno portato più in alto, dove la via incrocia un itinerario più frequentato dagli alpinisti, la via Bonington.

“Venerdì abbiamo raggiunto e bivaccato al colle Eccles, sabato abbiamo completato la via bivaccando in cima – spiega Della Bordella al sito lecchese – Portare via tutto non era possibile. Il saccone con le rimanenze lo abbiamo lasciato in un punto dove prima o poi qualcuno passerà e, se vorrà, potrà portare a valle il resto”.

Della Bordella ha anche spiegato che “avendo visto la situazione in parete Marco aveva superato tutte le difficoltà della via, venti metri prima che si incroci con la Bonington. Abbiamo trovato la corda spezzata in prossimità di un tetto”.

La famiglia Anghileri ha voluto ringraziare i Ragni per aver riportato a casa alcuni materiali.

Links: http://www.lecconotizie.com/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *