• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Gran Zebrù, volo di 300 metri uccide un alpinista

gran-300x225.jpg

VALFURVA, Sondrio — Un alpinista tedesco di 55 anni è precipitato mentre saliva dalla via normale del Gran Zebrù, 3.851 metri, in Alta Valtellina. Il terribile volo, di quasi 400 metri, lo ha ucciso sul colpo. L’incidente è avvenuto alle 7 di ieri mattina.

L’uomo era partito con un gruppo di alpinisti dal rifugio Pizzini ed era prossimo alla vetta quando, per ragioni ancora da chiarire, è precipitato a valle. Pare – secondo quanto riferito dalla stampa altoatesina – che si fosse sganciato per un attimo dalla cordata.

La richiesta di soccorso è arrivata alla Stazione di Valfurva della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del Soccorso alpino ma poi, per ragioni organizzative, la vittima è stata recuperata dal soccorso alpino di Solda. Anche i suoi compagni sono stati riportati a valle con l’elicottero, tutti in stato di choc.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *