• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpi e pareti, Top News

Ueli Steck sale tutti i 4.000 Alpi in 62 giorni, ma non è record

steck-pt-walker3-300x225.jpg

MILANO — In 62 giorni ha scalato tutti gli 82 Quattromila delle Alpi, spostandosi in bicicletta o a piedi da una montagna all’altra. Questa l’ultima impresa dello svizzero Ueli Steck, 38 anni, ormai ritenuto uno dei migliori alpinisti del nostro tempo, noto per le salite in velocità e vincitore del Piolet d’Or per la solitaria sulla parete sud dell’Annapurna.

Si tratta di un’impresa di tutto rispetto ma non di un record: Franco Nicolini e Diego Giovannini nell’estate del 2008 hanno impiegato 60 giorni per portare a termine il concatenamento.

Steck era partito l’11 giugno dal Pizzo Bernina e ha concluso l’impresa l’11 agosto sulla Barre des Ecrins. Un’impresa nell’impresa: a fine giugno, ha salito i 18 “4000” del massiccio del Rosa in un sol giorno.

Con lui doveva esserci il giovane alpinista tedesco Michi Wohlleben che però si è ferito poco dopo la partenza scendendo col parapendio nell’Oberland bernese. Il 22 luglio su uno spigolo dell’Aiguilles de Rochefort ha assistito alla caduta mortale dell’amico olandese Martijn Seueren. Steck ha deciso di proseguire nell’impresa.

In totale Ueli Steck ha quindi percorso 100000 metri di dislivello positivo, dai Grigioni fino alle Alpi del sud, spostandosi a piedi o in bicicletta, per un totale di oltre 1000 km.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *