• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Top News

Lombardia, decise le tariffe per il soccorso alpino a pagamento

cnsaslombardiua2-300x168.jpg

MILANO — E’ stato deciso questa settimana. All’ordine del giorno della giunta di Regione Lombardia c’è stato il piano tariffario dei servizi di soccorso alpino che potrebbero gravare sugli escursionisti in caso di “ingiustificato” intervento del Cnsas per comportamenti negligenti o motivazioni inutili.

Secondo quanto si è appreso, la quota oraria dovrebbe oscillare tra i 56 euro l’ora (per l’intervento di un’ambulanza) e i 115 (per l’intervento anche di soccorritori, medici e infermieri). La quota massima che dovrà sborsare l’escursionista per l’utilizzo dell’elisoccorso sarà di 780 euro.

Secondo la normativa pagherà solo chi farà mobilitare i mezzi d’emergenza senza necessità di ricovero in ospedale. Resterebbe inoltre fissa la riduzione del 30% a favore dei residenti in Lombardia.

Il tariffario, che a breve dovrebbe essere ufficializzato dalle autorità, è frutto della Legge regionale “in materia di soccorso alpino e speleologico in zone impervie, recupero e salvataggio di persone infortunate o in situazioni di emergenza”, approvata lo scorso 10 marzo dal Consiglio regionale.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *