• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Top News

Riparte il calendario di Montagna.tv: inviaci le tue foto entro il 20 dicembre!

cardo-dargento-filippo-crudele-300x230.jpg

BERGAMO — Vette, neve, boschi, animali, salite in cordata e semplici passeggiate tra le montagne. Ma anche dettagli, come il salto d’acqua in un torrente, il viso affaticato di un alpigiano o un balcone fiorito in una baita. Insomma, qualsiasi immagine che ritragga la montagna e le emozioni che ci fa provare. Inviaci le tue migliori foto, e potrai partecipare alla selezione per il calendario di Montagna.tv che ti farà compagnia per tutto il 2016.

Riparte, dopo qualche mese di interruzione, l’iniziativa che ha sempre riscosso molto successo fra i lettori del nostro giornale: la raccolta di fotografie dei lettori per il calendario di fine anno. Solitamente la raccolta avveniva mese per mese, con una foto vincitrice che si aggiudicava la pagina del calendario. Quest’anno, per recuperare e non mancare l’appuntamento con il 2016, abbiamo deciso di invitarvi a mandare le vostre foto, con indicazione del mese che rappresentano, in qualsiasi data fra oggi e il 20 dicembre.

Ricordate di rinominare le foto con titolo e nome dell’autore fra parentesi (come nella didascalia della foto), e di non inviarcele a bassa risoluzione perchè sarebbe impossibile utilizzarle. Se volete un’indicazione, tenete come minima una dimensione di 10×15 cm, risoluzione 300 dpi. Non ci sono limiti: inviate tutte le foto che volete.

Inviatele all’indirizzo redazione@montagna.org oppure pubblicatele sulla pagina facebook di Montagna.tv.

Una giuria composta dalla redazione del giornale e da esperti di montagna e alpinismo sceglierà le migliori foto tra quelle inviate. Le comporremo graficamente e, come sempre, all’inizio di gennaio potrete scaricare dal sito il calendario di Montagna.tv. per stamparlo o usarlo sul vostro desktop.

Il bel tempo degli ultimi mesi avrà favorito escursioni e scatti memorabili: li aspettiamo!
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *