• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Cronaca nera, Top News

Monte Piana: precipita col parapendio e muore lo slackliner Armin Holzer

tragedia-monte-piana-e1449261636239-300x266.jpg

DOBBIACO, Bolzano — Tragedia oggi pomeriggio in Alto Adige: il recordman di slackline Armin Holzer è precipitato con il parapendio da competizione poco sotto il punto di decollo e ha perso la vita sul Monte Piana. Il 28enne aveva conquistato il record mondiale di slackline: nel 2012, aveva passeggiato a quota 5 mila metri sul Muztaghata, in Cina.

Oggi pomeriggio due amici sono risaliti sulla Forcella dei Castrati, a 2.270 metri, per lanciarsi ciascuno con il proprio parapendio da competizione. Da una prima ricostruzione, il primo si è lanciato ed è atterrato senza problemi, il secondo ha invece perso il controllo della vela poco dopo il decollo ed è finito sulle rocce. Il compagno è risalito, lo ha visto in un punto inavvicinabile e non ricevendo risposta ai richiami ha chiesto aiuto.

Attorno alle 16 il 118 ha subito inviato l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore che, temendo con lo spostamento d’aria dei rotori di far sollevare la vela bloccata su uno sperone, ha sbarcato nelle vicinanze medico e due soccorritori della Stazione di Auronzo, mentre un’altra squadra di Auronzo assieme al Soccorso alpino di Dobbiaco e della Forestale, si avvicinava in jeep e poi a piedi. Purtruppo per il giovane, Armin Holzer, 28 anni, di Sesto Pusteria (BZ), non c’è stato nulla da fare. Ancorata la vela, i soccorritori hanno imbarellato la salma e la hanno trasportata fino a valle per affidarla al carro funebre. Sul posto anche i vigili del fuoco di Dobbiaco che hanno fatto luce con una fotoelettrica.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *