• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Primo Piano

EvK2Cnr protagonista alla Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico

IMG_3726-300x225.jpg

PARIGI, Francia -– Si è svolto il 4 dicembre, alla presenza di un pubblico numeroso, un side-event uffciale nell’ambito del vertice sul clima COP21, in corso in questi giorni nella capitale francese, che ha visto tra i promotori ed organizzatori l’Associazione Riconosciuta EvK2CNR. Al centro il tema delle compensazioni delle emissioni di gas ad effetto serra e il mercato volontario dei crediti di carbonio, come strumento per introdurre innovazioni e tecnologie per accelerare lo sviluppo sostenibile ed integrale sia a scala locale che globale.

Tra i relatori sono intervenuti Francesco La Camera – Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente italiano, Andrea Maggiani – CEO dello spin-off fiorentino Carbon Sink, rappresentanti di Gold Standard, ICROA e Italian Climate Network – realtà coinvolte con diversi ruoli nello sviluppo di misure di mitigazione e adattamento.

Per l’Associazione Riconosciuta EvK2CNR è intervenuta Stefania Proietti, docente all’Università degli Studi Guglielmo Marconi e coordinatrice delle attività di capacity building del progetto SHARE. In questa sede sono state presentate le attività condotte in Nepal e Pakistan per l’implementazione di soluzioni sostenibili in territori l’alta quota. Particolare attenzione è stata dedicata al progetto SEED – Social Economic Environmental Development, guidato da Ev-K2-CNR e dalla Karakorum International University, per lo sviluppo integrale del Central Karakorum National Park e il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione locale. L’intervento pilota condotto da Ev-K2-CNR nel villaggio di Arandu, Valle di Basha, con la sostituzione delle stufe tradizionali con altre più efficienti, rappresenta un esempio caratteristico di progetto a cui si associano vantaggi non solo ambientali, per le minori emissioni di Black Carbon (o fuliggine), ma anche sociali ed economici. Questi benefici potranno essere valorizzati attraverso i mercati del carbonio e la partecipazione a Fair Carbon, prima piattaforma italiana per scambiare crediti di emissioni volontari certificati con l’obiettivo di stimolare anche in Italia un mercato che già all’estero offre opportunità di investimento etico attraverso le organizzazioni no-profit.

I progetto di EvK2CNR hanno suscitato grande interesse nel pubblico, che ho rivolto a Stefania Proietti numerose domande e apprezzamenti per il lavoro svolto. Lo stesso Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente, sollecitato da una giovane partecipante, ha espresso la volontà di approfondire le tematiche trattate e sostenere questo tipo di progetti di cooperazione. In linea con quanto espresso è in fase di definizione un tavolo di lavoro tra gli organizzatori del side-event e il Ministero dell’Ambiente, che si terrà a Roma nei primi mesi del 2016.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *