• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Film, Primo Piano

E' italiano il film vincitore del Festival di Autrans

AUTRANSDF-300x169.jpg

GRENOBLE, Francia – All’unanimità, senza discussioni, la giuria della 32° edizione del Festival del Cinema di Autrans conferisce il premio Grand Prix (massimo riconoscimento) al film italiano “With real Stars above my head” di Alfredo Covelli (Italia, India/ 2014/ 61′). Alfredo scopre di essere affetto da una patologia neurologica che gli sta paralizzando una gamba. Incurante del parere dei medici e del suo stesso dolore, decide di partire per un lungo viaggio solitario sull’Himalaya. Qui verrà accolto in un singolare monastero buddista e apprenderà un modo diverso di guardare alla vita. Il raggiungimento di un singolare equilibrio tra realtà e finzione aiuterà Alfredo a trovare la propria strada.

Secondo la giuria si tratta di un vero documentario d’autore, uno sguardo genuino, per niente paternalista che oscilla tra l’incontro e la collisione, il sogno e la preparazione, che è anche tipica della spedizione alpinistica. Secondo Thierry Machado, capo operatore cinematografico che ha lavorato su grandi film documentari di montagna insieme a Nicolas Vernier (il grande Nord) e a Jacques Perrin (Il popolo migratore), ritrova nel film di Covelli la grande tradizione del film italiano, e accosta l’atmosfera del film a quella de “La vita è bella” di Roberto Benigni.

Il pubblico in sala, anche se, probabilmente non ha colto fino in fondo il significato della canzone, ha sorriso e si emozionato guardando la scena in cui  Alfredo tenta di far cantare “Bella Ciao” alle monache buddiste.

Ad Autrans un altro film italiano, “Enchikunye” di Sandro Bozzolo, ha ricevuto un premio, quello dedicato a “La vita degli Uomini”. La giuria è rimasta incantata dall’incontro tra la giovane Masai e Silvia pastora delle Alpi Marittime, ma soprattutto dalla forte narrazione poetica.

 

Guarda il trailer: http://old.montagna.tv/media/4949/with-real-stars-above-my-head-il-trailer/ 

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *