• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Top News

Ghiaccio sui sentieri: due incidenti mortali

escurionisti-300x169.jpg

BERGAMO – Sono due gli incidenti mortali che hanno coinvolto, nella giornata di ieri, escursionisti impegnati su percorsi innevati.

A seguito di un volo di 150 mt, un uomo di 56 anni è morto a Castione, in provincia di Bergamo, dopo essere caduto in Presolana.

L’escursionista di San Donato Milanese, P. B., è scivolato sul sentiero che sale dal Rifugio Cassinelli sulla Presolana, in prossimità del Canalone Bendotti. La zona è normalmente di facile accesso, ma in questo periodo è resa pericolosa dalla presenza di ghiaccio, che rende il terreno particolarmente infido.

Il corpo è stato recuperato dall’eliambulanza e dalle squadre territoriali della VI Delegazione Orobica del Soccorso Alpino, allertate in una prima fase per supportare l’elicottero; nel pomeriggio i soccorritori si sono poi attivati per recuperare il pastore tedesco che l’escursionista aveva con sè.

RECOARO_sentiero_bocchetta1_ZILLIKENAlla stessa ora e con la stessa dinamica si è consumata un’altra tragedia sulle Piccole Dolomiti. Secondo le prime informazioni, due escursionisti sono precipitati in un canalone mentre erano impegnati lungo la salita che porta a Bocchetta Fondi, sul gruppo del Carega. In base alle prime ricostruzioni, uno dei due escursionisti ha perso l’equilibrio ed ha iniziato a scivolare verso il basso, passando accanto al secondo escursionista che si trovava 100 metri più sotto, fino a fermarsi, dopo alcune centinaia di metri, privo di vita per i traumi riportati negli urti con le rocce affioranti.  Nel tentativo di portare soccorso, anche il secondo escursionista è caduto, riportando gravi ferite. I soccorsi sono scattati in tarda mattinata, ma per il primo dei due uomini non c’era più nulla da fare. Gravissimo l’altro, che è stato soccorso con l’elicottero alzatosi da Trento.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. ..il bilancio si farà a fine stagione a livello nazionale.La scivolata su velo di ghiaccio o neve ghiacciata sembra essere purtroppo molto frequente in questo periodo.Il Soccorso alpino trentino ha emanato un promemoria in 5 punti per gli escursionisti che vanno su sentieri in condizioni autunnali senza o con poca neve.Praticamente consigliano gli appositi ramponi e bastoncini, non esclusa corda e piccozza.Persino ricordano che col gelo la mescola della suola degli scarponi si indurisce e modifica il grip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *