• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata sportiva, Primo Piano

The Colorado, la nuova via aperta sul Fitz Roy

12605434_1286216554728282_4438437174616731466_o-202x300.jpg

PATAGONIA – I climbers americani di Estes Park (Colorado) Quinn Brett, Max Barlerin e Michael Lukens hanno aperto una nuova via: “The Colorado”, sulla parete sud del Fitz Roy.

La salita (6c+), compiuta in 13 tiri, si trova alla destra della via Washington (Mikey Schaefer e Kate Rutherford, 2011) ed alla sinistra della via Canadese (Jon Walsh e Paul McSorley, 2005).

La parete si supera attraverso una serie di fessure, che portano in quattro tiri nella parte centrale in cui si trova un’unica fessura che taglia un’enorme placca verticale di granito. Altre tre tiri e si giunge nella parte finale della Supercanaleta.

I tre climbers, dopo un primo bivacco, hanno raggiunto la vetta in un giorno, bivaccando poi nuovamente sulla cima. Il commento di Rolando Garibotti non lascia dubbi:  “Una grande via che, grazie alla sua qualità, merita di diventare un classico”.

Una stagione intensa quella alpinistica in Patagonia, che ha già visto il successo di Colin Haley sulla Torre Egger in solitaria (della cui impresa potete leggere qui: Colin Haley in 16 ore sulla Torre Egger in solitaria) e del Ragno di Lecco Matteo Della Bordella con David Bacci, che hanno compiuto la prima ripetizione della via dei ragni sul Fitz Roy (di cui potete leggere qui Fitz Roy, per Della Bordella e Bacci prima ripetizione della via Ferrari in stile alpino).

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *