• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Patagonia, Primo Piano

Stellare Patagonia: in freeclimb Yokoyama e Nagato liberano “Pilar Canino” del Cerro Piergiorgio ed aprono una nuova via sulla Aguja El Tridente

piergiorgio-300x169.jpg
Photo courtesy PataClimb
Photo courtesy PataClimb

PATAGONIA – Katsutaka “Jumbo” Yokoyama e Takaaki Nagato hanno liberato il pilastro situato alla destra della parete ovest del Cerro Piergiorgio. Il “Pilar Canino” è stato salito in 16 tiri con difficoltà fino a 7b (600 m di lunghezza; 500 m di dislivello) percorsi in libera. Il “mordere” della via ne ha ispirato il nome “canino”, che è stato dato anche per ricordare Kenshi Imai (Kenshi in giapponese vuol dire cane), un amico scomparso a novembre nel corso di una ricognizione in solitaria sull’inviolata parete nord del Chamlang (7319m), in Nepal.

Un paio di settimane prima Joel Kauffman e Jonathan Schaffer avevano individuato e tentato questa via, rinunciando però a tre tiri dalla cima a causa dell’acqua e del ghiaccio nell’ultima sezione.

 

 

Photo courtesy PataClimb
Photo courtesy PataClimb

I due alpinisti hanno anche aperto una nuova via, “Knobmania”, sulla parete est della Aguja El Tridente, nel gruppo del Cerro Pollone. La via, di 10 tiri (400 mt di lunghezza, 300 mt di dislivello) con difficoltà fino a 7c, è stata percorsa anch’essa in libera. Il tiro chiave è stato fatto in pink point (con attrezzatura pre-posizionata), al quarto tentativo, gli altri tiri in red point.

Una performance per cui complimentarsi con Katsutaka “Jumbo” Yokoyama e Takaaki Nagato, anche per lo stile free-climbing, raramente adottato in Patagonia.

 

 

 

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *