• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Nanga: neve e valanghe

valanga-1-300x169.jpg

ISLAMABAD, Pakistan – Nevica e di notte la neve si accumula e precipita. Queste son giornate di allerta e attenzione, perfino al Campo Base.

Il manto nevoso si trasforma nella sua fisica comprimendosi pian piano, aggregando i fiocchi e compattando la messa, e la superficie necessita di tempo e belle giornate.

Ma il bel tempo serve anche per salire e dunque ancora una volta va cercato il punto di equilibrio. Due giornate potrebbero essere sufficienti affinché quel che deve cadere scenda giù e le slavinette, sempre pericolose, che sono arrivate fino al Campo Base e che sono state documentate da Alex Txikon, lo dimostrano.

L’idea di provarci appena possibile credo stia nei fatti e nelle condizioni della montagna. Certo, probabilmente non si potrà attrezzare un nuovo campo 4 attorno ai 7400 metri e forse l’ipotesi di usare parte dell’attrezzatura e la tenda di campo 3, spostandola in alto di quelle poche centinaia di metri utili per avvicinarsi alla vetta, può essere una soluzione.

Intanto la neve si assesta come i pensieri e le ipotesi degli alpinisti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *