• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Skyrunning

Si aprono le iscrizioni del 4K Alpine Endurance Trail Valle d’Aosta

4K-Alpine-Endurance-Trail-Valle-d’Aosta2-300x200.jpg

COGNE, Aosta — Si aprono oggi alle 12 le pre iscrizioni al 4K Alpine Endurance Trail Valle d’Aosta, il nuovo endurance trail che la Regione Valle d’Aosta ha fortemente voluto dopo le incongruenze con gli organizzatori del Tor des Geants. Le pre iscrizioni, da effettuare sul sito www.4kvda.com, si chiuderanno il giorno 25 marzo 2016 alle h 24:00 .

L’ evento di endurance trail running si snoderà in senso orario lungo le Alte Vie n. 1 e n. 2, con passaggi tra i 300 e i 3.300 m di altitudine slm. Un percorso ad anello di 350 km di sviluppo e 25.000 m di dislivello positivo, con partenza ed arrivo a Cogne, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Ecco alcune caratteristiche di rilievo della competizione:

GPS satellitare obbligatorio in dotazione ad ogni runner
Possibilità di iscrizione individuale o a coppie
Massimo scrupolo nella tracciatura
Ramponcini obbligatori, forniti nel pacco gara
Premi in denaro per migliori classificati assoluti secondo il Regolamento Itra
Previsione di percorsi alternativi in caso di maltempo
Controlli antidoping random
Skin Tattoo con le altimetrie del percorso

4K Alpine Endurance Trail Valle d’AostaLa competizione, che accoglie fino ad un massimo di 1.200 runners, si correrà in regime di semi-­‐autosufficienza. L’età minima per iscriversi è di 21 anni, da compiere nel 2016. E’ ammesso l’accompagnamento, senza trasporto o trasferimento di materiale. La quota individuale di partecipazione è di € 550,00 (info@4kvda.com).

Il percorso valorizza elementi chiave del patrimonio ambientale, storico e culturale della Regione, oltre al famoso Forte di Bard e tocca località turistiche molto note come La Thuile, Courmayeur, Breuil -­‐ Cervinia, Champoluc, Gressoney e Cogne, offrendo inoltre ad atleti e pubblico l’opportunità di scoprire splendidi siti meno conosciuti, ma di rara bellezza.
A sostenere e ad assistere gli atleti, i collaboratori più preziosi: oltre 2.000 volontari in azione lungo il percorso e, insieme a loro, almeno 100 professionisti della montagna. Un gruppo compatto, con un solo grande obbiettivo: fare in modo che per ognuno la gara sia un’esperienza unica e che si svolga nelle migliori condizioni di sicurezza.
Illustri e silenziosi spettatori dell’evento, i maestosi “4K” valdostani: Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso.
 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Complimenti per la mancanza di fantasia nella scelta del nome della gara
    e del percorso ( il Tor in senso inverso)
    Veramente alternativo !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *