• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Turismo

Il turismo nepalese? Riparte grazie ai paesi extra-SAARC

Annapurna-base-camp-trekking-300x225.jpg

KATHMANDU, Nepal – Il turismo nepalese sta riprendendosi grazie proprio al trekking, come vi avevamo già raccontato (per un approfondimento, cliccare qui).

I dati che arrivano relativi ai trekking nella regione dell’Annapurna, dove nel 2015 si è diretto il 63,4% degli escursionisti giunti in Nepal, ci dicono che la maggior parte del turismo arriva dai paesi terzi, ossia non appartenenti a quelli SAARC (South Asian Association for Regional Cooperation).

Reshmi Acharya , responsabile del turismo della Conservation Project Annapurna Area (ACAP), ha riferito che i turisti provenienti dalla regione asiatica nel 2015 sono stati 10.225, mentre i trekker provenienti da paesi terzi sono stati più di 69.000, una tendenza che ha confermato quella del 2014.

Secondo l’ACAP, i visitatori provenienti dalla regione SAARC i più numerosi sono gli indiani, attirati soprattutto da un turismo religioso legato ai santuari di Muktinath e Kagbeni, nel distretto di Mustang, mentre gli esclusionisti provenienti da paesi terzi sono per la maggioranza tedeschi, australiani, israeliano e statunitensi.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *