• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Itinerari, Primo Piano, Tecnologia, Turismo

Il Soccorso alpino con Fondazione Dolomiti UNESCO per Google Trekker

BELLUNO – Vi avevamo parlato qualche giorno fa di Google Trekker (per un approfondimento leggere qui) e della mappatura dei sentieri delle Orobie, adesso consultabili comodamente da casa.

Il primo ente italiano ad aderire al Google Trekker Loan Program è stata però la Fondazione Dolomiti UNESCO, che ha consentito di poter ammirare online le meravigliose Dolomiti da ogni parte del mondo.

Settimana scorsa è toccato al Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi a caricarsi lo zaino di Google Trekker per aiutare il personale della Fondazione UNESCO ad iniziare a creare mappe interattive dei sentieri del Nevegal. Per il momento, ciaspole e sci ai piedi, è stato percorso nella neve l’itinerario che parte dalla Casera e congiunge i Rifugi Brigata Alpina Cadore e Bristot, Malga Col Toront, Ristoro La Grava, per scendere infine al piazzale del Colle.

62img_20160304_wa004
Photo courtesy ilgiornaledellaprotezionecivile.it

L’iniziativa del Google Trekker Loan Program nelle Dolomiti, iniziata nel 2014, è oramai giunta alla terza fase: l’obiettivo è quello di mappare nuovi itinerari del Bene Dolomiti UNESCO, in particolare gli anelli panoramici e i percorsi adatti alle famiglie, accessibili anche nella stagione invernale. Oltre al Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi, già altri enti, tra cui il CAI, la Sat (Società degli alpinisti Tridentini) ed i Parchi, avevano aderito al progetto.

“Bisognerà valutare di volta in volta la scelta dei percorsi in collaborazione con chi conosce il territorio – spiega Giuliano Vantaggi, curatore del progetto per conto della Fondazione Dolomiti UNESCO – Sappiamo quanto sia importante la sicurezza e oltretutto sarebbe impensabile fare le vie più esposte e complesse con un’attrezzatura del genere sulle spalle. Verranno scelti anche in questa fase sentieri escursionistici facili e di grande impatto visivo, che raccontano al meglio le Dolomiti nel mondo”.

Per consultare i percorsi mappati fino ad ora: http://www.dolomitiunesco.info/dolomiti-su-google-street-view/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *