• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Falesie, Rock, Top News

Stefano Carnati risolve Goldrake (9a+) a Cornalba

Photo Adriano “Franz” Carnati
Photo Adriano “Franz” Carnati

BERGAMO – Stefano Carnati, 17 anni ed atleta della squadra sportiva dei Ragni di Lecco, ha risolto Goldrake (9a+) a Cornalba, tiro liberato da Adam Ondra e ripetuto finora solo da Gabriele Moroni nel 2014. Assieme a Goldrake, Stafeno si è portato a casa anche C’era una volta in America, 8c, concatenamento dei due tiri di Feedback (8b e 8a+), sempre sulla falesia bergamasca di Cornalba, liberato nel 1993 da Beppe Dallona e ripetuto da Stefano Alippi nel 1998, Christian Brenna nel 2001 e Yuri Parimbelli nel 2003. Entrambe le vie sono state chiodate da Bruno Tassi, detto “Camos”.

Per risolvere Goldrake Stefano ha impiegato solo 13 tentativi, divisi in 5 giornate.

Carnati, si può leggere sul sito dei Ragni di Lecco, ha commentato: “Non ho avuto la fortuna di conoscere Bruno “Camos” Tassi, ma mi sono reso conto del suo modo di pensare l’arrampicata quando ho messo mano ai suoi tiri, tiri che penso lui abbia immaginato per un “lontano futuro” – commenta Stefano – Probabilmente, infatti, in quegli anni occorreva essere un visionario per mettere degli spit su delle linee simili. Le storie e gli aneddoti, poi, che Vito Amigoni mi ha raccontato, mi hanno reso ancora più curioso. Così, essere lì oggi ad interpretare direttamente le sequenze di due sue visioni è stata più che una bella soddisfazione”.

 A novembre il giovane climber aveva salito Coup de Grace, il suo primo 9a, in Val Bavona, Svizzera.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *