• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Film, Primo Piano

Ottanta proiezioni per il Bolzano Film Festival

BOLZANO — Da mercoledì 13 a domenica 17 aprile va in scena il Bolzano Film festival, un’ottantina di opere proiettate su diversi schermi della provincia, alcuni inusuali, all’interno del Museion (il Museo di Arte Contemporanea di Bolzano), dell’Istituto Rainerum di Bolzano, del Filmtreff Kaltern di Caldaro, del Cinema Ariston di Merano e del Forum Bressanone. Senza dimenticare le tre sale “storiche” di via Streiter, a Bolzano. Il festival consente agli spettatori non solo di vedere film inediti, ma anche di instaurare un filo diretto con i protagonisti, attraverso incontri con i registi, gli attori e i produttori.

Quattro i concorsi in programma: per il miglior film, il miglior documentario, il premio del pubblico e il premio giuria studenti. Ospite dell’edizione 2016 della kermesse un nuovo Paese europeo: quest’anno la Slovenia.

Sarà l’attore e regista Sergio Castellitto l’ospite d’onore della prossima edizione del Festival, giunto al 30esimo appuntamento. All’attore romano, ormai di fama internazionale e già vincitore di quattro Nastri d’Argento, tre David di Donatello (1990, 1993, 2004) e un European Film Award, il festival dedica un omaggio proiettando in aprile a Bolzano una scelta di tre film della sua lunga carriera: L’uomo delle stelle (1995, regia di Giuseppe Tornatore,) Non ti muovere (2004, regia di Sergio Castellitto) e Nessuno si salva da solo (2015, regia di Sergio Castellitto). Inoltre, l’attore parteciperà ad un dialogo con Franco Montini (noto critico cinematografico e guida del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, SNCCI) , che si svolgerà a Bolzano durante la settimana del festival e a cui tutti gli interessati sono invitati a prendere parte.

Partner del festival bolzanino quelli di Freistadt, Oberaudorf, Lessinia, Hof, Solothurn, Lünen e Innsbruck: importanti rassegne che presentano nella loro locandina anche il film vincitore a Bolzano.

A inaugurare la rassegna sarà, il 13 aprile, una produzione italiana realizzata proprio in Alto Adige, sul Renon: la commedia “Fräulein – una fiaba d’inverno” diretta dalla 34enne regista marchigiana Caterina Carone, formatasi anche alla scuola di cinema Zelig di Bolzano. Oltre alla regista e sceneggiatrice, ad aprire il festival saranno presenti in sala Christian De Sica e Lucia Mascino, protagonisti di questa favola moderna girata in Alto Adige un anno fa.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *