• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Primo Piano, Trekking

Un libro e i consigli per andare in montagna col proprio cane

RIETI — Una speciale serata dedicata agli amici a quattro zampe: venerdì 15 aprile alle ore 21 presso l’ATER, Sala polifunzionale di Villa Reatina a Rieti (via Amelotti ingresso libero), si dispenseranno i consigli fondamentali e gli accorgimenti utili a fare della gita un momento piacevole sia per il cane che per il suo padrone, compresi suggerimenti sull’attrezzatura (ad es.: pettorina o guinzaglio?) e il cibo. Tutto questo e altro ancora è contenuto nel libro che verrà presentato all’Ater.DOG TREKKING IN APPENNINO, di Luigi Nespeca e Alberto Osti Guerrazzi, edita dalle Edizioni il Lupo, la prima guida al Dog Trekking pubblicata in Italia; tale guida è strutturata con una parte descrittiva per schede preceduta da un’importante introduzione sulle modalità del portare in montagna i cani (compreso un vademecum di pronto soccorso, le giuste precauzioni e piccole regole), realizzata da esperti educatori e veterinari. Seguono 44 itinerari in Italia centrale, selezionati e descritti cercando di partire dal “punto di vista” del cane piuttosto che da quello del padrone: ad esempio è riportata l’indicazione della difficoltà in due scale diverse, quella tradizionale del CAI per le difficoltà escursionistiche e una seconda di difficoltà “canine”.

LOCANDINA-QUINTO-APPUNTAMENTO-CAINella serata interverranno gli Autori della simpatica guida e Federica Iacozzilli, educatrice cinofila esperta e diplomata presso l’International Dog Trainer Education. Ovviamente si valorizzeranno gli itinerari con i cani sul Terminillo e sui Monti Sabini con la presentazione di un video (12’) e una selezione di foto di grande impatto. Per tutti gli amanti della montagna con scarponi e racchette (ma anche con gli sci di fondo escursionistico e ciaspole quando la neve c’è), la convivenza con un cane è un’ottima occasione per condividere le escursioni in compagnia silenziosa. Non solo: il cane è un ottimo partner, fidato e affiatato in montagna. Condividere spazi di libertà con lui rafforza il legame e il feeling.
Il programma di Montagne nel cuore è sostenuto da Fondazione Varrone, Itas Assicurazioni. Ag. Iarussi, MONTURA.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. un’educatrice cinefila è colei che, pur educando, ama il cinema….forse cinofila suona meglio, come per le unità della polizia con i cani addestrati, o no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *