• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Outdoor, Top News, Trail

Due nuovi trail nella Valli Giudicarie per riscoprire il territorio e lanciare un brillante progetto

Testo di M.R.

COMANO TERME, Trento — C’è grande fermento a sud delle Dolomiti di Brenta – precisamente nelle Valli Giudicarie esteriori – per la prossima stagione estiva di trail. Nella sala consigliare del comune di Comano Terme, venerdì 8 aprile sono state presentate due nuove gare di trail che si svolgeranno nel mese di luglio e la nuova associazione sportiva Comano Mountain Runners che si occuperà dell’organizzazione.

ll 3 luglio è in programma il Valandro Vertical Race, 3,3 km e 1.100 m di dislivello, il 30 e 31 luglio quello che sembrerebbe il primo ultratrail italiano su due tappe: Il Comano Ursus Extream Trail, con uno sviluppo totale di 120 km e un dislivello positivo di 9.000 metri che ripercorrerà tutte le cime e le creste poste tra le Dolomiti di Brenta, il lago di Garda e gli altopiani del Banale, Bleggio e Lomaso. Una serata di presentazione piena di gente, soprattutto di giovani, che hanno letteralmente riempito la sala in ogni ordine e posto con più di uno rimasto nel corridoio.0001
Anche noi di Montagna.tv, presenti in sala, siamo rimasti letteralmente entusiasti del clima, delle persone conosciute e della partecipazione “popolare” della valle, come lo stesso intervento delle autorità locali ha sottolineato più volte. Sì perché il progetto della gara nasce da un desiderio spontaneo giovanile di rilancio dell’intera offerta turistica locale, che vuole associare al turismo del benessere e delle cure delle Terme di Comano, fino ad oggi vero pilastro turistico della zona, un’offerta più giovane, più dinamica, più legata alla natura, all’ambiente, alle montagne circostanti e alle realtà del territorio. E così il presidente Marco Buratti, vera anima del progetto, supportato dai 9 amici che fanno parte del consiglio della nuova associazione sportiva e incitato da tutti i presenti, ha voluto presentare l’iniziativa e i programmi alla comunità.

Marco lo abbiamo conosciuto alle 19.00 previa veloce presentazione telefonica di Giorgio Rabajoli dell’azienda Ferrino, sponsor della manifestazione insieme al running shop Sport Klinikk di Arco di Trento, e alle 23.00, dopo averlo sentito raccontare con gli altri soci e amici dei suoi progetti per la valle, degli allenamenti nei boschi e delle varie esperienze di trail e di scialpinismo in montagna, ai saluti ci si abbracciava già come grandi amici. Un personaggio come se ne incontrano pochi: grande trascinatore e grande sportivo, entusiasta per natura, innamorato e legatissimo ai suoi luoghi e alle sue montagne, uno che sprizza energia, simpatia e positività da ogni singolo capello dell’enorme testata di riccioli rossi della sua capigliatura e barba. “Da ragazzo ho giocato a calcio come tanti di noi – racconta in sala – non mi piaceva correre intorno al campo durante gli allenamenti e i test di resistenza e facevo di tutto per evitarli. Poi ho iniziato a correre per i boschi con mio fratello Davide (anche lui nel consiglio della nuova associazione sortiva) per aiutarlo ad allenarsi per una maratona. Da lì non ho più smesso di andar su e giù per le cime della nostra valle, ho iniziato a iscrivermi anche a qualche garetta di trail minore fino ad arrivare a quelle più impegnative: le Ultratrail. Dopo la partecipazione alla Ultratrail du Mont Blanc, il più importante appuntamento di trail al mondo che circumnaviga tutto il massiccio del Monte Bianco, mi sono messo in testa un sogno: vedere nella mia valle il fermento, la folla, la partecipazione, la presenza di appassionati entusiasti e di aziende che ho vissuto durante la mia esperienza in Francia”.

credit.MartinaValmassoi
credit.MartinaValmassoi

“D’altra parte – continua – partecipo e ho partecipato a numerose gare di trail in giro per l’Italia, e guardandomi in giro durante le manifestazioni mi sono reso conto che le nostre montagne e i nostri paesaggi non hanno nulla da invidiare a nessun altro posto. Abbiamo a ridosso le Dolomiti di Brenta a nord, il Lago di Garda oltre il passo del Ballino a sud. La nostra cosiddetta “Valle di Mezzo” sa offrire situazioni diverse ma altrettanto mozzafiato con la varietà dei panorami e dell’ambiente attraversato: il tracciato dell’ Ultra Trail fra le altre cose metterà in contatto il Brenta con il Garda attraversando tutto il nostro territorio. La scelta di dividere l’ultra trial in due tappe è stata proprio studiata per permettere ai corridori di ammirare i panorami e i luoghi della nostra valle senza dover correre di notte: saranno 7 i laghi che si potranno ammirare dal percorso”.

“Vorremmo che le nostre manifestazioni – conclude – si rifacessero al vero spirito trail della corsa in montagna, dove un sano agonismo possa lasciare spazio ad un altrettanto valido rispetto per il territorio, per i suoi abitanti e dove, soprattutto negli ultra in cui si corre per tante ore, si possa condividere l’esperienza con gli altri runner aiutandosi anche a vicenda nei momenti di difficoltà”.

La parola è poi passata al vicepresidente dell’ ASD Comano Mountain Runners, Mattia Tosi, che ha presentato i due percorsi di gara: Il Valandro Vertical Race partirà dal paese di Seo, e raggiungerà in 3,6 km verticali la cima del monte Brugnol a 2222 m. Tutti quanti i partecipanti e gli organizzatori si trasferiranno poi alle concomitanti manifestazioni locali: a Degustenico per festeggiare e degustare le prelibatezze della gastronomia locale e al BAS, Bosco Arte Stenico.
La gara ultra del 30 e 31 luglio partirà dal comune di Ponte Arche e si svilupperà in due tappe di 58 e 65 km rispettivamente con 4600 e 4400 m di dislivello positivo. Il primo giorno si correrà nella parte meridionale della valle verso il lago di Garda mentre il secondo si svilupperà a nord a ridosso delle Dolomiti di Brenta. I runner potranno scegliere se correre una sola o entrambe le tappe, o se partecipare in coppia dividendo l’ impegno con una tappa ciascuno.
Finale di serata enogastronomico nello spazio esterno del municipio di Comano Terme dove alcune realtà locali della valle hanno voluto offrire assaggi dei propri prodotti sottolineando la solidarietà per questa nuova avventura.

In attesa della messa online del sito ufficiale per tutte le info il riferimento è la pagina facebook della Comano Mountain Runners mentre alla pagina dell’apt Terme di Comano – Dolomiti di Brenta dedicata si possono trovare altre informazioni e fotogallery.

Un enorme “In Bocca al Lupo” da parte di Montagna.tv a questa nuova sfida espressione di sport, impegno giovanile e riscoperta del territorio in un uno degli angoli più selvaggi di tutto il Trentino.

 

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *