• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Intervento notturno nel vicentino per salvare due giovani escursionisti in difficoltà

VALLI DEL PASUBIO, Vicenza — Era già buio quando il Soccorso alpino di Schio è stato allertato per una coppia di escursionisti in difficoltà sulla Strada delle 52 gallerie in Pasubio. I due ragazzi, A.R., 24 anni, di Badia Polesine (RO), lui, e E.D.G., 21 anni, di Castagnaro (VR), lei, erano partiti attorno alle 16 da Bocchetta Campiglia per raggiungere il Rifugio Papa e tornare indietro (lungo l’itinerario che d’estate è dato della durata di due ore e mezza), senza però essersi informati sulle condizioni attuali e con abbigliamento sportivo, ma non adatto alla quantità di neve ancora presente sulla strada. La coppia, infatti, dopo aver superato alcuni scivoli ghiacciati, era arrivata in un punto pericoloso sia per proseguire sia per tornare indietro sui propri passi. All’altezza della quarantesima galleria ha chiesto aiuto.

In contatto telefonico con i ragazzi, i soccorritori si sono fatti descrivere il punto dove si trovavano e sono partiti in cinque da Bocchetta Campiglia a risalire il percorso. La squadra li ha quindi raggiunti sul sentiero che, al bivio della galleria chiusa per una frana, porta sulla selletta di Val Fontana d’Oro. Dopo averli rifocillati e dotati di opportuna attrezzatura, i soccorritori hanno deciso di tornare a valle dalla Strada degli Eroi, più semplice e sicura, così hanno accompagnato i ragazzi fino al Rifugio Papa per poi intraprendere la discesa da quella parte, mentre un soccorritore andava loro incontro con la jeep. Ritrovatisi a Malga Fieno con il fuoristrada, i due giovani sono quindi stati riaccompagnati a Bocchetta Campiglia, dove avevano la macchina. L’intervento si è concluso alle 4.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *