• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Itinerari, Natura, Parchi, Primo Piano, Territorio

La nuova carta escursionistica del Parco Nazionale della Majella

Il Parco Nazionale della Majella, aggiunge un ulteriore tassello al proprio sistema della fruizione: la carta escursionistica, in scala 1:25.000. Dopo aver geo-referenziato oltre 720 km di rete sentieristica, aver definito la segnaletica orizzontale e verticale, e nella fase di concludere la posa in opera della cartellonistica, è ora disponibile la carta dei sentieri puntuale e aggiornata alla situazione attuale.

La presentazione della nuova carta è prevista per sabato 30 aprile 2016 alle ore 17.00 presso la Sede Operativa dell’Ente Parco Nazionale della Majella. “Con piacere presentiamo la carta escursionistica del Parco Nazionale della Majella” afferma Franco Iezzi, presidente dell’Ente “dopo aver realizzato una fitta rete sentieristica, per soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di fruitore, dal diversamente abile, alla famiglia, fino all’ escursionista più esperto, non potevamo non  mettere a disposizione questo strumento utile, e oserei dire, indispensabile per la fruizione del nostro territorio”.

L’apertura dei lavori della presentazione è affidata al Direttore del Parco, arch. Oremo Di Nino, e, a seguire i tecnici dell’Ente presenteranno tutti gli aspetti della Carta. Oltre la versione cartacea, è stata realizzata la versione digitale, e, anch’essa verrà presentata nella giornata di sabato 30 aprile.

La partecipazione è libera e gratuita, tra gli altri portatori di interesse parteciperanno: i componenti del Consiglio Direttivo, il Presidente della Comunità del Parco, i Sindaci dei Comuni del Parco, il Corpo Forestale dello Stato, il CAI regionale e le sezioni locali, le associazioni che gestiscono la manutenzione dei sentieri, i gestori dei Centri di Visita, di Informazione e delle Case del Parco, il Collegio Regionale delle Guide Alpine Abruzzo, l’Associazione Guide Ambientali Escursionistiche.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *