• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Cholitas alpiniste in abito tradizionale

Photo courtesy David Mercado/Reuters
Photo courtesy David Mercado/Reuters

“L’età è solo un numero” e sempre più spesso viene dimostrato anche sulle montagne, basti pensare al 77enne Carlos Soria arrivato in vetta all’Annapurna questa mattina.

La storia che vi raccontiamo oggi è quella di 15 donne “Cholitas” che hanno rotto tutti i tipi di stereotipi e son diventate alpiniste per qualche tempo conquistando in gruppo l’Illimani, montagna Boliviana di 6.462 metri.

Le donne sulle Ande siano sempre state trattate con i guanti, le abbiamo viste in miniera e a lavorare la terra ed in quota a trasportare carichi, ma francamente quello femminile era rimasto un mondo nascosto, come spesso accade quando vi è sfruttamento.

Ora un gesto di grande simpatia. L’avventura di queste donne è iniziata due anni fa quando si misero a salire le otto montagne boliviane più alte.

La maggior parte di queste donne, che sono tra i 40 ei 50 anni, ha lavorato come cuoca o aiutante dei mariti guide turistiche nazionali, che supportano gli alpinisti internazionali che scalano montagne delle Ande boliviane.

Photo courtesy David Mercado/Reuters
Photo courtesy David Mercado/Reuters

Significativo dell’attaccamento alla tradizione ed alla propria cultura è il fatto che per raggiungere e compiere la salita sulla  vetta dell’Illimani, le cholitas non si siano liberate delle loro vestiti tradizionali, ma abbiano utilizzato la camicia, la gonna e la coperta  sulle spalle al posto del moderno abbigliamento alpinistico.

L’avventura non finisce qui: le nuove appassionate alpiniste sono ora determinate a conquistare la montagna più alta: l’Aconcagua, in Argentina, dove sognano di far sventolare la bandiera boliviana.

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *