• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

Soria, el vejo Rey de los 8000

Carlos Soria in vetta all'Annapurna. Photo courtesy Carlos Soria Facebook Page
Carlos Soria in vetta all’Annapurna. Photo courtesy Carlos Soria Facebook Page

KATHMANDU, Nepal – La spedizione guidata da Carlos Soria ha già lasciato il campo base dell’Annapurna; stanchi, ma felici per la vetta conquistata.

“Questo è davvero il risveglio da un sogno. È stata una grande giornata, una lunga spedizione, ma siamo riusciti ad aspettare il momento giusto” ha detto Carlos Soria “Il giorno della vetta è stato freddo ed il vento era a 60 km/h. Ma è stato magnifico, assolutamente magnifico”.

Non c’è però riposo per il 77enne Carlos Soria, che tra un paio di giorni si sposterà al campo base del Dhaulagiri (8.167 m), che, separato dal fiume Kali Gandaki, dista 34 km dall’Annapurna. “Siamo perfettamente acclimatati. La vetta del Dhaulagiri è possibile”, ha dichiarato. Intanto un team di sherpa è già al lavoro per la spedizione spagnola al campo base della Montagna Bianca.

Il programma prevede il tentativo di vetta a metà maggio, meteo permettendo. “Saremo al campo base Dhaulagiri in cinque o sei giorni. Se avremo un paio di giorni di bel tempo potremmo tentare la vetta tra il 15 e il 20 maggio. Vediamo se siamo fortunati, questo può essere un buon anno “.

Questa sarà la quinta volta che Carlos Soria si confronta con il Dhaulagiri, per la via che corre lungo la cresta nord-ovest, speriamo che per il vecchio re degli 8000 sia davvero un buon anno.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *