• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Bando bellezza@governo.it, montagna e borghi alpini protagonisti

“È sicuramente molto significativo che centinaia di Comuni delle Alpi e degli Appennini siano stati protagonisti del bando bellezza@governo.it, inviando migliaia di segnalazioni alla mail predisposta dalla Presidenza del Consiglio per raccogliere segnalazioni e proposte di luoghi da recuperare e progetti culturali da realizzare. I nostri Enti sono stati protagonisti in due modi: segnalando direttamente i progetti, ma soprattutto coinvolgendo i cittadini nella proposta. Questo ultimo punto è molto rilevante”.

Così l’on. Enrico Borghi e Lido Riba, Presidenti nazionale e regionale dell’Uncem, commentano il programma lanciato a maggio dal Governo, conclusosi ieri, per raccogliere proposte che verranno selezionate (entro agosto) e finanziate con 150 milioni di euro destinati appunto a luoghi culturali da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività, ma anche a progetti culturali da finanziare. Sul sito del Governo, i numeri pubblicati oggi dimostrano il successo dell’iniziativa: 139.759 mail ricevute, relative a 2.782 luoghi raccolti (dal 9 al 31 maggio!).

“Sappiamo – proseguono Borghi e Riba – di tanti Comuni che hanno puntato tutto sulla partecipazione. Hanno invitato i cittadini a segnalare e supportare via mail uno o più luoghi dei loro paesi. Questo coinvolgimento della comunità, in particolare nei centri più piccoli e delle aree interne e montane, dimostra ancora una volta la vitalità dei Comuni e la capacità dei Sindaci e degli Amministratori di aggregare, di portare avanti idee e proposte, di condividerle e di crederci fino in fondo con la collettività, trasmettendo passione e amore per i luoghi. È il risultato più bello. Ora confidiamo nella stabilizzazione nei prossimi anni di programmi culturali analoghi a questo e l’individuazione di finanziamenti almeno per il prossimo triennio. Privilegiando, perché no, il recupero di luoghi nelle aree montane, oggi meno avvantaggiate su progetti culturali tradizionalmente concentrati nelle aree urbane. E lavoreremo affinché una parte delle risorse venga investita quest’anno, in questa edizione di bellezza@governo.it, per il recupero e la rivitalizzazione sociale ed economica dei borghi alpini. Ne abbiamo bisogno”.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *