• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano, Sci, Sci alpino, Sport

Fis: a Cortina i Mondiali di sci alpino 2021

CORTINA D’AMPEZZO, Belluno — Buone notizie da Cancun (Messico): il Consiglio Fis (Federazione Internazionale Sci) ha affidato all’Italia il Mondiale di sci alpino 2021. La decisione è stata presa con l’unanimità dei voti favorevoli (17 su 17) e annunciata dal presidente della Federazione Gianfranco Kasper.

Dopo cinque candidature quindi, la località ampezzana ce l’ha fatta. Il Mondiale di Cortina seguirà quello di St. Moritz del 2017 e quello di Are, in Svezia, del 2019, e arriverà giusto un anno prima dei Giochi Olimpici Invernali di Pechino.

Grande soddisfazione è stata espressa da parte di tutti i componenti della delegazione al congresso messicano, primo tra tutti Flavio Roda, Presidente della Fisi, tra i votanti in quanto componente del Consiglio Fis. «È un momento di grande gioia e che ci ripaga di tutto il lavoro fatto negli anni e nei mesi passati – ha commentato Roda -. Questa è una vittoria per tutte le realtà sportive e imprenditoriali ampezzane, che hanno ora una chance importante da utilizzare per proiettare Cortina verso il futuro. Così come è una vittoria per l’Italia sportiva e non solo: avremo un grande evento internazionale sulle montagne italiane e dovrà essere l’opportunità per un rilancio complessivo del Paese».

«Cortina ha raggiunto un obiettivo straordinario – ha detto il Presidente del Coni, Giovanni Malagò -, costruito con tenacia, capacità e passione. I Mondiali di sci rappresentano uno spot di rara efficacia per promuovere l’eccellenza del nostro Paese e per certificare la credibilità e il ruolo preminente rivestito dallo sport italiano a livello internazionale. Questa assegnazione premia l’eccellente lavoro di squadra svolto da CONI, FISI, Governo e Comune, grazie a una sinergia proficua che rappresenta lo schema vincente da seguire per coronare un altro sogno fantastico, chiamato Roma 2024. Cortina, prima città olimpica italiana della storia, potrebbe essere tra l’altro – ancora una volta – teatro di un grande evento destinato a fare da preludio a una nuova emozione a cinque cerchi, come quando passò il testimone alla Capitale per i Giochi Estivi del 1960 dopo aver ospitato quelli Invernali del 1956».

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *