• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Attualità, Primo Piano

Sfide in tutte le direzioni del cielo: grande interesse per la professione di guida alpina sciatore

Il corso di formazione per guide alpine sciatori dell’Alto Adige comincerà a giugno e si apre all’insegna del motto “Sfide in tutte le direzioni del cielo”, visto il grande impegno di tempo e di capacità richiesto ai candidati. Il numero di partecipanti al corso è ristretto solo a coloro che hanno ottenuto l’ammissione sostenendo e superando le difficili prove di idoneità ottenendo l’ammissione a questi corsi di formazione della durata di due anni che costituiscono un’importante opportunità. I partecipanti ammessi a questo ciclo di corsi sono quasi il doppio rispetto agli anni precedenti, “Ciò dimostra chiaramente che è cresciuto sia l’interesse per la nostra professione sia il livello tecnico degli alpinisti di una regione alpina quale la nostra”, sostiene Flavio Moroder, presidente delle guide alpine altoatesine.

La provincia autonoma di Bolzano, in collaborazione con il Collegio professionale delle guide alpine sciatori dell’Alto Adige, organizza, con cadenza biennale, i corsi di formazione per aspiranti guide alpine sciatori. La selezione per l’ammissione ai corsi si svolge ogni anno e avviene attraverso la prova di idoneità, che si compone di una serie di prove pratiche nelle tecniche di ghiaccio, sci e roccia, e di un esame del curriculum alpinistico dell’attività degli ultimi tre anni. su I partecipanti che superano la selezione sono ammessi al corso biennale per aspiranti guide alpine sciatori che avrà inizio a giugno di quest’anno.

Il direttore tecnico della formazione, Erwin Steiner sottolinea come i candidati ammessi ai corsi siano già alpinisti maturi in tutte le discipline. Durante la formazione i partecipanti apprendono le modalità di accompagnamento delle persone nelle varie discipline dell’alpinismo (sci alpinismo, arrampicata, escursioni in alta montagna e arrampicata su ghiaccio), acquisendo così un bagaglio completo di competenze teoriche e pratiche che risulteranno fondamentali per la futura professione.

Per ottenere la qualifica di aspirante guida alpina sciatore, è necessario superare tutti gli esami previsti dai due anni di formazione. Dopo un anno di pratica e la partecipazione ad un corso finale, i candidati, dopo circa 3 anni, acquisiscono il titolo di guida alpina sciatore riconosciuto internazionalmente (UIAGM). La scuola di formazione per guide alpine sciatori dell’Alto Adige gode di un’ottima reputazione a livello internazionale. Ciò si deve non solo alla posizione geografica, ma soprattutto all’elevato livello e alla tradizione della formazione altoatesina, consolidasi nel tempo grazie anche all’attenzione e ai finanziamenti dalla provincia autonoma di Bolzano.

Il titolo di guida alpina sciatore costituisce la qualifica più elevata nel campo dell'”alpinismo”. La guida alpina sciatore è dunque il professionista di tutte le discipline dell’alpinismo; conduce e organizza escursioni ai rifugi e ciaspolate, gite e traversate di sci alpinismo e s c i fuori pista, vie ferrate e arrampicate sportive, escursioni in montagna e ad alta quota, traversate su ghiacciaio e arrampicate su ghiaccio e anche discese di canyoning.

Nell’ambito della programmazione di un tour, la guida alpina si occupa della giusta attrezzatura, verifica le condizioni dei percorsi e dei sentieri, raccoglie informazioni dai gestori dei rifugi e si informa sulle condizioni atmosferiche attuali nella zona interessata. Durante i tour, la guida illustrerà all’ospite le bellezze della natura e consentirà a principianti ed a esperti di vivere un’indimenticabile esperienza nella natura.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *