• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Outdoor, Snow, Top News

Prima discesa con gli sci della parete nord della Dent Blanche per Edmond Joyeusaz

(Testo e foto di Edmond Joyeusaz)

Ci avevo già provato il 16 e 17 maggio, con l’assistenza dell’amico Guida alpina Arturo Jacquemod ed il Maestro di sci Videomaker Jean Marie Rossi. In quell’occasione le condizioni della montagna mi avevano costretto a rinunciare. Non è stato facile riuscire a trovare il momento giusto per questa impresa, la parte nord della Dent Blanche non è così vicina. Da Courmayeur occorrono 2h30’ di auto per raggiungere Fepèrcle nella valle di Evolène, da lì ancora 6 ore di avvicinamento con le pelli di foca per arrivare al bivacco omonimo al colle nord della Dent Blanche a 3.550m.

Il 17 maggio sono partito dal bivacco al colle nord all’alba, ma subito durante la salita mi ero reso conto che non avrei potuto sciare sulla linea che avevo individuato: rocce affioranti, placche di ghiaccio insidiose e vento molto forte, mi hanno convinto che sarebbe stato troppo pericoloso. Infatti, la poca neve copriva rocce che avrebbero potuto bloccare gli sci al mio passaggio e farmi cadere con conseguenze fatali su quelle pendenze.

Decisi comunque di sciare un canale (l’unico innevato) sulla cresta nord, guidato da valle da Arturo Jacquemod che con il binocolo individuava la via migliore. Non volevo rinunciare e mi promisi che sarei ritornato per un altro tentativo. Lunedì 20 giugno, in volo con l’aereo ho fatto una ricognizione ed ho constatato che le condizioni di innevamento dopo le abbondanti nevicate di maggio erano migliorate e permettevano di tentare la discesa.

Il 23 giugno, finalmente, sono riuscito a sciare la parte nord, anche se nei pochi giorni intercorsi tra la ricognizione aerea e la discesa la neve era già cambiata diventando crostosa e molto difficile da sciare.

Dati tecnici:

– 1050 metri di dislivello

– Una corda doppia da 50 metri.

– 50° pendenza media con alcuni passaggi a 55°

Ringrazio il team che mi ha accompagnato e sostenuto durante l’impresa: Arturo Jacquemod, Jean  Guida Alpina, Jean Marie Rossi VideoMaker e luca Giordano pilota di Drone per le immagini.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *