• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Attualità, Primo Piano

Apre The Thrill sulle Alpi bernesi. Uno sfregio per gli ambientalisti

Ha aperto ieri una nuova attrazione sulle Alpi bernesi, The Thrill walk, una passerella di 200 metri di vetro ed acciaio a 2677 metri di altezza.

Un’opera che, assieme al bar, al bistrot, la terrazza panoramica ed il percorso dedicato a James Bond, qui nel 1968 è stato girato “Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà”, va a completare il complesso sullo Schilthorn.

Una meraviglia per gli operatori turistici, uno sfregio per gli ambientalisti.

Per i primi queste attrazioni sono una ghiotta opportunità per attrarre più visitatori. “Dobbiamo offrire esperienze sempre più intense perché i turisti continuino a venire anche da noi” ha dichiarato ai microfoni di RSI Svizzera Christoph Egger, gestore degli impianti, che ha aggiunto: “La passerella costa il 10% di quel che costa un impianto di risalita sciistico, ma a livello di entrate e visitatori vale 10 volte di più”.

Ma a lanciare l’allarme è Mountain Wilderness, secondo la quale “le Alpi svizzere si stanno trasformando in un luna park”. Una piccola vittoria le associazioni ambientaliste l’hanno già raggiunta: grazie ad un ricorso sono infatti riusciti a ridimensionare il progetto.

La vista sull’ Eiger non basta quindi più ai turisti, che sono alla ricerca di sempre maggiore adrenalina. Gli operatori sono pertanto sempre più intenzionati a dirigersi verso questa direzione, basta guardare il numero di progetti costruiti o in via di realizzazione, ed il conflitto con gli ambientalisti è sempre più aperto.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *